Champions League, Girone A: cinquina Psg, bene anche il Real Madrid

Champions League PSG Di Maria Ibrahimovic

Per il PSG è una passeggiata, ne fa cinque al Malmoe. Il Real vince a Donetsk rischiando un po’ nel finale.

Malmoe-Psg 0-5

Angel Di Maria è l’assoluto protagonista della serata allo Swendban Stadion, doppietta per lui. L’argentino, con un piattone dal centro dell’area è passato alla storia siglando il gol numero 7000 nella storia moderna della massima competizione europea. Florentino Perez si starà rosicando le mani ripensando alla cessione del Fideo. L’argentino sta rispondendo nella maniera migliore alla critiche ricevute la scorsa stagione a Manchester schiacciando l’occhiolino a Van Gaal, come per dire “Io ci sono, e sono anche più forte di prima”. 

Partita facile per i parigini. La squadra di Blanc ha chiaramente superato alla grande lo shock del 13 novembre siglando ben cinque reti in Svezia. Altro protagonista assoluto non può che essere Zlatan Ibrahimovic, lo svedese torna nella sua Malmoe, nella quale è nato e cresciuto calcisticamente. Il centravanti del Psg ha prenotato la piazza principale della sua città istallando un maxi-schermo per i tifosi di casa, ma una firma in questo match la metterà anche lui. Un PSG che domina la partita, subito sbloccata dal giovane francese Rabiot. Non ci vuole molto per il  raddoppio che arriva dopo 10′ con Di Maria. Un primo tempo affrontato con estrema facilità dal Psg.

Altri 45′ da giocare, i parigini hanno già presentato il conto ma non è ancora finita. Dopo 5′ di gioco Zlatan Ibrahimovic mette la sua firma sul match. Lo svedese non poteva mancare all’appuntamento con la sua ex fidanzata. Poco dopo Di Maria dimostra il suo valore con una doppietta dimostrando di non essere meno al duopolio Messi-Ronaldo. Allo scadere Lucas mette il punto a questo incubo per il Malmoe  con un calcio di punizione degno di tanti replay. L’8 dicembre il PSG ospiterà lo Shakhtar di Lucescu, ma con un PSG così non c’è storia.

Shakhtar-Real Madrid 3-4

Dopo un avvio equilibrato il Real passa in vantaggio con la tanto attesa rete di Ronaldo. Il portoghese non è al meglio, forse il cambio di allenatore lo ha disorientato troppo. Sprecate diverse occasioni da ambedue le parti durante il primo tempo ma ad approfittarne sarà il Real nella seconda metà di gioco con Modric, che sigla il raddoppio. Dopo appena 2′ Carvajal, manda in crisi gli ucraini firmando il terzo gol della gara. Lo Shakhtar sembra finire in un baratro al minuto 70 dopo il poker madrileno firmato da Ronaldo. Ma è qui che esce l’orgoglio degli ucraini, sfioreranno un’impresa cercando con tanta grinta di recuperare il match. Ci prova subito Alex Teixeira dal dischetto firmando il primo gol, poi Bruno Ferreira Bonfim meglio conosciuto come Dentinho firma il secondo gol per gli ucraini. Il sogno sembra avverarsi allo scadere con la terza rete di Teixeira ma nel più bello l’arbitro fischia la fine della partita.

Champions League, Girone A – Quinta giornata

Malmoe-PSG  0-5  (3′ Rabiot,  14′  Di Maria,  50′  Ibrahimovic,  68′ Di Maria,  82′  Lucas)

Shakhtar-Real Madrid 3-4  (18′ Ronaldo,  50′  Modric,  52′ Carvajal,  70′ Ronaldo,  77′ Teixeira,  83′ Dentinho,  88′ Teixeira)

Classifica: Real Madrid 13, PSG 10, Shakhtar 3, Malmoe 3

About Raffaele Lima 22 Articoli
Nato in Sicilia, classe 98', promessa mancata tra i pali a causa dei suoi 175 cm di altezza. Innamoratissimo degli Spurs e del calcio inglese in generale, ma di fede rossonera.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.