Europa League, girone L: Ausburg corsaro in Olanda, Athletic vittorioso a Belgrado

Europa League Augsburg

AZ Alkmaar-Ausburg 0-1

I fanalini di coda del girone L di Europa League si trovano a confronto nel terzo turno del sopracitato gruppo. Gli olandesi nella scorsa partita si sono imposti in casa contro il Bilbao. Una vittoria sicuramente sorprendente e rocambolesca, viziata da un’autorete degli spagnoli. Quest’oggi l’AZ affronta l’Ausburg, a quota zero punti, una squadra in piena crisi esistenziale e, soprattutto, di risultati. È l’ultimo treno per i bavaresi, una terza sconfitta significa dover abbandonare ogni velleità di passaggio del turno e salutare malamente l’Europa League. L’AZ ha la ghiotta occasione di poter fare punti in casa contro un avversario in difficoltà e sull’orlo del baratro. Nella prima frazione di gioco l’AZ Alkmaar regge all’urto delle sortite offensive dei tedeschi. Una retroguardia solida ed un estremo difensore decisamente ispirato hanno limitato i danni per gli olandesi che si limitano a ripartire in contropiede. Il fortino dei biancorossi cade quando Trochowski indovina una punizione magistrale al 44′ e porta avanti l’Ausburg. Il primo tempo si chiude con il minimo vantaggio dell’Ausburg.

La ripresa è di marca AZ Alkmaar, la compagine di casa riassetta la linea offensiva e comincia a macinare gioco ai danni dei bavaresi. Nonostante la mole di gioco creata dagli olandesi il risultato non cambia, per la delusione più totale dell’AFAS Stadion di Alkmaar. Il match termina 1-0 in favore dei tedeschi, l’AZ Alkmaar si fa colpevolmente trovare impreparato in una partita chiave per il gruppo L.

 

Partizan Belgrado-Athletic Bilbao 0-2

Il Partizan Belgrado ospita il Bilbao per la sfida di cartello del girone L. I serbi si ritrovano a punteggio pieno e sono stati capaci di disputare partite intelligenti dal punto di vista tattico, sapendo colpire al momento giusto con mortifere manovre in ripartenza. Il Bilbao ha subito una inaspettata battuta d’arresto in casa dell’AZ Alkmaar, ma c’è da affermare che i baschi si sono fatti sconfiggere anche da una buona dose di sfortuna. Per questo la sfida è delicata, quest’oggi si decide in gran parte chi sarà la capolista del girone L. Il Bilbao domina la prima frazione di gioco e rischia di trovare la via della rete in più occasioni. Gli ospiti si portano in vantaggio con Raul Garcia: l’ex Atletico Madrid insacca di testa, su assistenza di De Marcos. Il Partizan Belgrado non sembra essere sceso in campo, poiché i baschi stanno facendo vedere letteralmente i sorci verdi alla compagine serba. Le squadre guadagnano gli spogliatoi sul risultato di 1-0 in favore degli ospiti.

Nella ripresa il Bilbao esercita una notevole pressione, come nella prima frazione di gioco, ai danni della retroguardia serba. L’Athletic domina sostanzialmente il secondo tempo ed al 85′ trova il raddoppio con Benat. Il calcio di punizione del calciatore basco è imparabile, nulla da fare per l’estremo difensore padrone di casa. La contesa termina 2-0 in favore del Bilbao, risultato chiave per la formazione spagnola che espugna l’impianto di Belgrado e conquista la testa del girone.

 

Classifica:

Athletic Bilbao 6

Partizan Belgrado 6

AZ Alkmaar 3

Ausburg 3

 

About Edoardo Battaglion 224 Articoli
Sono nato nella provincia di Treviso nel 1993, ma ho origini olandesi. Sono laureato in Filologia Moderna e Medievale, inoltre attualmente risiedo in Polonia. Sin da bambino il calcio ha esercitato un’enorme influenza sulla mia vita ed è una vivida passione che occupa le mie giornate. Il mio cuore batte per la nazionale olandese ed il NAC Breda. Mi divertono molto i gatti parlanti, la cosmogonia e le birre artigianali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.