Champions League, gruppo C: Atletico e Benfica a braccetto verso gli ottavi

Galatasaray-Atletico Madrid 0-2

Va tutto secondo pronostico nel girone C di Champions League, vittorie per Atletico Madrid e Benfica. Gli uomini di Diego Simeone iniziano la propria campagna europea come meglio non si potrebbe, il successo di Istanbul vale già mezza qualificazione al turno successivo. Colchoneros che dominano in apertura, il gol di Griezmann al minuto 18 è l’ennesima prova di un talento pronto per diventare immenso, il Cholo ha fiuto per i calciatori forti. Cross da destra di Juanfran, il francese controlla la palla e tira di prima intenzione all’angolino destro. Non è un Galatasaray in forma splendente, solo una vittoria sui quattro incontri di Super Lig turca fino a qui disputati, Semi Kaya va vicino al pari di testa ma chi riesce a far male è ancora l’Atletico Madrid. Primo gol al 18esimo, replica sette minuti dopo, Antoine Griezmann ci tiene a essere chiaro e ribadisce il concetto. Calcio d’angolo, il solito Godin svetta più alto di tutti e fa arrivare palla all’ex Real Sociedad: gol.

Non c’è solo Griezmann, anche Oblak è una certezza e il suo intervento su Sneijder dimostra di che pasta è fatto. Intanto Antoine potrebbe chiudere la pratica con il terzo, i turchi mettono dentro anche Podolski che spreca. Non mancano le occasioni da gol, Burak Yilmaz protesta per un contatto in area, i Colchoneros però riescono ad aprire la Champions League con un comodo successo. Resta il 4-4-2, marchio di fabbrica del Cholo, questo Atletico Madrid però è diverso da quello arrivato a contendere la Champions League al Real in finale. Ecco l’undici titolare di stasera: Oblak; Juanfran, Gimenez, Godin, Siqueira; Koke, Saul, Tiago, Griezmann; Martinez, Vietto. Solito mix tra esperienza e giocatori di prospettiva, intelligenza sul mercato, comprare bene e vendere caro. Questo materiale forse non varrà un’altra finale, ma occhio a prenderlo sotto gamba. Ci sono grandi giocatori, il fuoriclasse comunque è sempre in panca.

Abbiamo accennato in apertura alla vittoria del Benfica, il volo delle Aguias parte facile. L’Astana, nuovo arrivato in casa Champions League, è l’avversario ideale per archiviare la sconfitta contro gli arcirivali del Porto. Tanto possesso palla in avvio ma poche occasioni, per vedere i gol bisogna aspettare la ripresa. Gli ospiti si comportano comunque piuttosto bene, far risultato al da Luz era impensabile, ma il palo di Shcjetkin è comunque un segnale vitale inequivocabile. Gaitan segna l’uno a zero al 51esimo, dieci minuti dopo Mitroglou si fa trovare pronto sul suggerimento di Eliseu. Il gioco è fatto, Atletico e Benfica procedono a braccetto verso la fase di Champions League a eliminazione diretta.

About Paolo Bardelli 2028 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.