Qual. Euro 2016, rivivi la DIRETTA di Russia-Svezia 1-0

Russia Svezia

RUSSIA-SVEZIA 1-0

Marcatori: 38′ Dzyuba
Russia: Akinfeev; Agnashevich, V. Berezutski, Smolnikov, Denisov; Dzagoev, Shirokov (dal 83′ Berezutski), Shatov, Zhirkov (dal 71 Kuzmin); Kokorin, Dzyuba (dal 79′ Mamaev).
Svezia: Iasaksson; Bengtsson (dal 60′ Berg), Antonsson, Granqvist, Olsson; Forsberg, Seb Larsson, Ekdal (dal 82 Thelin), Wernbloom; Durmaz, Ibrahimovic (dal 46′ Toivonen).
ammoniti: Dzegoev, Wernbloom, Kuzmin


TRIPLICE FISCHIO dopo cinque minuti di recupero: la Russia vince e si riporta prepotentemente in corsa!

92′ KOKORIN NE SBAGLIA UN’ALTRA: ennesima palla ghiotta, con il solo Isaksson da battere.

90′ ANCORA AKINFEEV: sempre Berg a provarci, ottimo l’impatto del giocatore entrato dalla panchina. Il suo tentativo da distanza ravvicinata trova ancora i riflessi del portiere.

88′ SAN AKINFEEV: il portiere russo si guadagna alla grande la pagnotta deviando sopra la traversa un tiro di Berg.

85′ La Russia gioca con il cronometro, tuttavia la stanchezza sembra archiviata e negli ultimi minuti sono proprio i padroni di casa a fare meglio. Manca poco adesso.

83′ sostituzione: fuori Shirokov: dentro Berezutski.

82′ sostituzione: fuori Ekdal, dentro Thelin.

82′ CLAMOROSO: Olsson salva in extremis sulla conclusione di Kokorin, a Isaksson già battuto. Il terzino sinistro tiene a galla la Svezia.

81′ ammonito Kuzmin: secondo giallo per la Russia.

79′ sostituzione: fuori Dzyuba, dentro Mamaev. Il centrocampista del Krasnodar prende il posto dell’uomo che sta decidendo il match con un tap-in nel primo tempo.

78′ I padroni di casa accusano la stanchezza, la Svezia gestisce la palla ma non riesce a farci granché.

75′ Qualche istante per fare il punto sul girone Girone G. L’Austria è in testa, una vittoria sulla Moldova questa sera potrebbe valere il biglietto per la Frnacia. La Svezia, pur perdendo questo incontro, resta seconda forza del raggruppamento ma al momento la Russia dista una sola lunghezza.

71′ sostituzione: fuori Zhirkov, dentro Oleg Kuzmin. L’uomo di fascia ex Chelsea ha dato molto, forze fresche per la fase finale del match.

68′ Che partita di Kokorin, tra i migliori senza dubbio, non si contano più le punizioni che è riuscito a guadagnare.

68′ Poco più di venti minuti allo scadere, sempre uno a zero per la Russia.

65′ La Russia non sta a guardare e cerca il gol ammazza-partita, Isaksson non ha problemi nel neutralizzare il tentativo di Shirokov.

63′ Qualche problema fisico per il portiere russo, che riesce comunque a continuare la gara.

62′ Forsberg va alla conclusione da buona posizione, palla che si spegne tra le braccia di Akinfeev. Lo svedese non nasconde il suo disappunto per la chance buttata.

60′ OCCASIONE PER IL RADDOPPIO: la corsia sinistra della Svezia è terreno di conquista per le sgroppate di Smolnikov, che lascia partire un pallone mordido a centro area che nessuno dei suoi compagni riesce a mettere nel sacco. Auguriamo alla Russia di non doversi pentire per tutti questi gol mangiati.

60′ sostituzione: fuori Bengtsson, dentro Marcus Berg. Mezz’ora allo scadere, russi sempre avanti di un gol.

57′ Dopo qualche minuto di difficoltà, ora è la Russia a fare nuovamente la gara.

52′ ammonito Wernbloom: è una Svezia più aggressiva in questo avvio di ripresa. Il numero 16, al rientro dopo tre anni di assenza dalla nazionale, entra duro su Kokorin.

48′ GRANDE INTERVENTO DI AKINFEEV: provvidenziale il portiere, anticipo su Berezutsky molto complicato.

SI RIPARTE

46′ sostituzione: fuori Ibrahimovic, dentro Toivonen. Mossa a sorpresa del ct svedese, Ibra non è al meglio.

Un rapido commento sulla prima frazione di gioco: la Russia finalmente ha fatto vedere belle cose. La squadra grigia targata Capello per 46 minuti ha lasciato spazio a un gruppo consapevole, a testa alta, consapevole dei propri piedi e dei propri limiti. Una squadra che gioca bene al pallone. Bene Dzagoev in posizione di play, la Svezia è solo Ibra e la difesa di Slutsky fino a qui ha contenuto bene l’ex milanista. Risultato che sta stretto ai padroni di casa, vediamo se Hamren troverà contromisure negli spogliatoi.

INTERVALLO

45′ Uno di recupero.

44′ Per ora questa prima Russia targata Slutsky è un bel vedere, possesso palla in ampiezza di grande qualità.

41′ Gli uomini di Slutsky si godono il canto dei tifosi e gestiscono la sfera con calma olimpica.

38′ RUSSIA IN VANTAGGIO! Dzyuba mette nel sacco su suggerimento di Smolnikov. Palla che rimbalza sul palo ed entra in rete. Vantaggio meritato.

34′ ammonito Dzagoev: il numero dieci, che si sta distinguendo per l’ottima gestione della sfera, prende il primo giallo per un fallo su Ibra, molto abile nel guadagnarselo.

30′ Gara che si è un po’ spenta negli ultimi minuti, la Svezia fa una gran fatica a gestire la sfera.

25′ Kokorin, ottima per ora la sua partita, mette a lato di testa su cross di Zhirkov.

19′ PARATA DI ISAKSSON: è solo Russia, Shirokov impegna il portiere svedese. Gli ospiti hanno combinato poco fino a qui.

17′ Sciagurata la conclusione di Shatov, davvero un’opportunità d’oro gettata alle ortiche. La Russia merita il vantaggio.

16′ OCCASIONE PER LA RUSSIA: Kokorin se ne va sulla destra e poi mette in mezzo per Shatov, che spara a lato da buonissima posizione.

13′ La Svezia si affida alle sponde di Ibra, partita viva.

10′ La Russia deve vincere e si vede, scandinavi tutti richiusi in difesa. Solo Ibra in avanti.

7′ GOL DELLA RUSSIA… ANNULLATO! Fuorigioco di Shirokov, decisione molto dubbia di Clattenburg. La Svezia soffre per vie centrali.

4′ Svezia che la butta sul fisico in queste prime battute.

SI PARTE!

– Classifica Gruppo G: Austria 16 punti; Svezia 12; Russia 8; Montenegro, Liechtenstein 5; Moldovia 2.

Non esiste altro risultuto, vittoria o morte, la Russia alle 18.00 metterà in gioco buona parte del suo destino. Sei match disputati, otto punti raccolti fino a qui dalla squadra che fu di Capello. Don Fabio è il passato, sulla panchina della nazionale siede ora Leonid Viktorovich Slutsky. Il tecnico del CSKA Mosca ha preso in mano una squadra in difficoltà, quattro i cambi rispetto alla sconfitta contro l’Austria ma non c’è abbondanza di soluzioni a disposizione. Ospite all’Arena Chimki è la Svezia di Ibrahimovic, il pareggio andrebbe beste considerati i quattro punti di vantaggio. Chiudere e ripartire per far arrivare palla al fuoriclasse del Psg, la Russia non può concedersi distrazioni. Appuntamento alle 18.00 per la diretta di questo match, decisivo nella corsa verso Euro 2016.

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.