Copa Sudamericana: Quina e Acasiete illudono il Melgar, ‘comodo’ 0-0 tra Brasilia e Goias

Copa Sudamericana Melgar

La corte ha già deliberato per il secondo turno di Copa Sudamericana: Passano Defensor Sporting, Junior, Deportivo La Guara, Libertad, Olimpia e Quito. Esordio per le brasiliane Goias e Brasilia, ma l’andata è incolore.

Non è bastato l’anelito d’orgoglio. Il tracotante spirito di rimonta, per delle sfide d’andata ove forse qualcosa in più poteva esser fatta, non ha avuto seguito. Vittorie rotonde, dalle forme chimeriche non ha per niente intimorito Bolivar e Melgar che hanno cercato di giocarsela fino alla fine, con la speranza che, dall’altra parte, venisse gettata l’ancora di salvezza. Così non è stato.

Nonostante la bruciante sconfitta all’andata per tre reti a zero, il Bolivar si impone in casa a La Paz grazie alla doppietta di Ferreira Martinez. Al ’61 l’attaccante si improvvisa giocoliere in area e con un tocco di esterno destro surclassa il portiere uruguaiano. Passano appena venti minuti e arriva il raddoppio grazie all’assist di Tenorio: una mischia in area favorisce un rimpallo vincente dell’ex Fénix. Alla fine si qualifica però il Defensor Sporting che passa al turno successivo.

Stessa sorte per il Melgar. Nella sfida d’andata lo Junior aveva rifilato una ‘manita’ ai peruviani. Al ritorno invece è tutta un’altra storia, e per poco non si sfiora l’impresa. Goleador di serata è un argentino: Cuesta Bernardo. Il terminale offensivo del Melgar firma una doppietta con due colpi di testa, il secondo con precisione elvetica, mentre Quina e Acasiete inseguono. Il primo su punizione realizza il terzo centro, una punizione tramutata in colpo da biliardo, il secondo su calcio d’angolo sbuca dal nulla, e con una mezza rovesciata colpisce di collo piede per il 4 a 0 . Finisce qui, amara delusione per la tribù di Arequipa.

Deportivo la Guara di misura: Edgar finalizza in rete un’azione tutta in velocità di Suano, mettendo così il sigillo per il passaggio del turno. Universidad Católica per via del pareggio all’andata torna ai suoi affari locali.
Libertad, ‘la mano de Dios ‘ . Due calci di rigore calciati da Aquino e poi Lopez, dopo il pareggio del Wanders con Fernandez, decidono una sfida finita a reti bianche all’andata.
Olimpia innalza il vessillo imperiale. Huachipato tra andata e ritorno viene sbeffeggiato con quattro gol da parte dei paraguaiani. A segno stavolta Nunez,al ’23 con controllo di esterno sinistro fa partire un bolide di collo destro che si stampa all’incrocio dei pali e poi ancora sulla fascia, dopo il cross di Torres che apre un ghiotto varco, Nunez tira una rasoiata nell’angolo più interno.

Passa il Quito. Grazie all’uno a zero dell’andata e alle marcature nella sfida di ritorno di Morales e Reasco, gli ecuadoriani accedono al secondo turno. Esordio per le brasiliane. In attesa del ritorno, il confronto atteso con il Goias si risolve in un pareggio a reti bianche. Brasilia adesso a 209 km dalla sua immagine, dovrà specchiarsi nel Serra Dourada de Goiania.

Copa Sudamericana, secondo turno

18/08
Bolivar-Defensor Sporting 2-0
Melgar-Junior 4-0
19/08
Deportivo la Guaira-Universidad Católica 1-0
Libertad-Santiago Wanderers 2-1
Huanchipato-Olimpia Asuncion 0-2
LDU Quito-Zamora 2-0
Brasilia-Goias 0-0

COPY CODE SNIPPET
About Elisa Lo Piccolo 4 Articoli
21 anni. Laureanda in storia e filosofia all'Università di Palermo, città in cui è nata e vive attualmente. Una passione per il giornalismo sportivo e politico, coltivato grazie alla collaboratrice per diverse testate online. Ama leggere e viaggiare oltre che giocare a calcio e in più raccontarlo, un sogno che si porta dietro fin da bambina. Segue quasi tutti i campionati, con particolare predilezione per la Premier League ( anche la Championship ) , Liga, Brasileirão e Primera Division Argentina.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.