Europa League, Ferencvaros-Go Ahead Eagles 4-1: passeggiata magiara

Europa League Gera

Il Go Ahead Eagles è chiamato ad una vera e propria in terra magiara: espugnare il Ferencvaros fra le sue mura. Lo scontro d’andata ha visto gli olandesi fermare gli ungheresi con un prezioso 1-1, rimandando il discorso qualificazione alla gara di ritorno. I magiari erano passati in vantaggio grazie alla rete di Gera nelle prime battute del match, ma una capocciata del capitano Vriends ha ristabilito la parità. Il Go Ahead Eagles ha giocato una gara coraggiosa, ma un tasso tecnico differente fra le due compagini e una scarsa vena sotto porta sono stati letali agli uomini di Demmers. Il tecnico olandese ha operato un cambio al centro dell’attacco, lanciando Alex Schalk dal primo minuto. Ricordiamo con un pareggio a reti bianche i magiari guadagnerebbero l’accesso al turno successivo di Europa League, perciò gli ospiti si dovranno fare in quattro per sbloccare il match e mettere in difficoltà i padroni di casa.

Il Ferencvaros apre le marcature immediatamente: Zoltan Gera infila Cummins al 3′ del primo tempo. L’ex Fulham fulmina il portiere ospite con una potente conclusione del limite dell’area. I padroni di casa raddoppiano grazie a Bode al 20′ e per gli ospiti si fa davvero dura. I padroni di casa si portano sul 3-0 al 45′ con Busai: ottimo lavoro di Lamah sull’out di destre, l’ex Swansea offre un pallone d’oro al centrocampista ungherese ed insacca a porta vuota. Il primo tempo si chiude con il risultato netto di 3-0.

Nella ripresa i padroni di casa si limitano a controllare la manovra ed amministrare il pallone. I magiari guadagnano un calcio di rigore al 62′, ma Lamah spreca malamente la massima punizione calciando al lato destro della porta difesa da Cummins. Unica nota nega di una gara convincente da parte dell’esterno belga. Il G.A. Eagles sfiora la rete della bandiera, ma Dibusz è superlativo a respingere la sfortunata deviazione del proprio difensore diretta in porta. Il Ferencvaros dilaga al 82′ con Haraszti: il centrocampista fulmina Cummins da distanza ravvicinata e porta la sua squadra sul 4-0. Dennis Turuc al 93′ sigla la rete della bandiera e fissa il punteggio sul 4-1. La partita termina con questo risultato e i magiari accedono agevolmente al turno successivo di Europa League.

About Edoardo Battaglion 224 Articoli
Sono nato nella provincia di Treviso nel 1993, ma ho origini olandesi. Sono laureato in Filologia Moderna e Medievale, inoltre attualmente risiedo in Polonia. Sin da bambino il calcio ha esercitato un’enorme influenza sulla mia vita ed è una vivida passione che occupa le mie giornate. Il mio cuore batte per la nazionale olandese ed il NAC Breda. Mi divertono molto i gatti parlanti, la cosmogonia e le birre artigianali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.