Copa America, è il gran giorno: debuttano Messi e Cavani!

copa america

COPA AMERICA – Dopo le prime due partite del Gruppo A, la Copa America è pronta ad accogliere due fra le nazionali più attese: l’Uruguay, campione in carica, e l’Argentina, favorita numero uno a succedere alla Celeste nell’albo d’oro della manifestazione. Per uno strano scherzo del destino, frutto di un sorteggio beffardo che (casualmente?) ha favorito la selezione cilena, le due acerrime rivali sono state incluse nel medesimo girone, il B, che comprende anche Paraguay e la sorprendente Giamaica, invitata per la prima volta alla manifestazione.

QUI URUGUAY – Ad aprire le danze del sabato cileno ci penserà l’Uruguay, che alle 21,00, ora italiana, sfiderà i Reggae Boyz di Winfried Schäfer. E’ una Celeste con meno certezze rispetto a quattro anni fa, quella che da stasera proverà a difendere col coltello fra i denti il titolo conquistato in terra argentina. L’assenza di Luis Suarez, stella per temperamento e abnegazione dell’undici del Professore, peserà  e non poco nel cammino dell’Uruguay, che già ai Mondiali brasiliani, nonostante l’accesso agli ottavi di finale a discapito delle blasonate Italia e Inghilterra, è apparso lontano parente del team ammirato nel 2011. Il ruolo di stella, quindi, spetterà di diritto a Edison Cavani, decisamente poco attento in conferenza stampa (la Giamaica, caro Matador, non è un paese africano), ma pronto a lasciare il segno sul rettangolo verde.

QUI GIAMAICA – Stasera, però, non dovrebbero esserci problemi per i Campioni in carica. La Giamaica, già di per sé assai scarsa dal punto di vista qualitativo, sta affrontando la spedizione alla Copa America come una specie di viaggio premio, condito da selfie, risate grasse (il c.t. Winfried Schäfer ha ironicamente dichiarato che le spalle dei propri difensori sono salve grazie all’assenza di Suarez) e totale disorganizzazione: i Reggae Boyz, infatti, non hanno portato i palloni da Kingston e sono stati costretti ad acquistarne alcuni che hanno nulla a che vedere con quelli ufficiali della manifestazione; inoltre, il c.t. giamaicano ha candidamente ammesso di aver visto un calciatore – Lance Laing – per la prima volta solo tre giorni fa.

URUGUAY-GIAMAICA, ORE 21,00 (DIRETTA SCRITTA TUTTOCALCIOESTERO.IT): PROBABILI FORMAZIONI 

Uruguay: Fernando Muslera; Maximiliano Pereira, Diego Godín, José María Giménez, Alvaro Pereira; Carlos Sánchez, Egidio Arévalo Ríos, Cristian Rodríguez, Nicolás Lodeiro; Diego Rolán, Edinson Cavani. C.T.: Oscar Tabárez.

Giamaica: Kerr Duwayne; Jermaine Taylor, Adrián Mariappa, Westley Morgan, Hughan Gray; Rodolph Austin, Je-Vaughn Watson, Garath McClary, Giles Barnes; Lance Lorenzo Laing; Darren Mattocks. C.T.:Winfried Schäfer.

QUI ARGENTINA – Alle 23,30, invece, sarà il turno dell’Albiceleste, favorita numero uno per la vittoria finale. C’è grande fermento  in Argentina per il debutto della selezione capitanata da Messi, atteso – per l’ennesima volta – al definitivo salto di qualità con la maglia della propria nazionale. La Pulce è in forma strepitosa, reduce da un finale di stagione monstre, dove ha dato un contributo fondamentale alla conquista del Triplete blaugrana. Gerardo Martino, tecnico dell’Argentina che stasera si troverà dinnanzi al Paraguay, selezione con cui conquistò un inatteso secondo posto nell’edizione del 2011, si è detto convinto che la sua squadra sia la migliore al mondo e che ci siano buone possibilità di riportare il trofeo a Buenos Aires. L’unico dubbio che albera nella mente del Tata riguarda la punta centrale: chi, fra Aguero, Tevez e Higuian beneficerà del lavoro sugli esterni del Fideo e della Pulce? Il favorito pare essere il Kun, ma non sono escluse sorprese dell’ultima ora.

QUI PARAGUAY – Per il Paraguay, quindi, non sarà semplice uscire indenne dalla sfida contro i Vice-campioni del Mondo. Ripetere l’exploit di quattro anni fa pare utopistico, anche se il selezionatore dell’Albirroja, l’argentino Ramon Diaz (in Italia, da calciatore, nelle file di Avellino, Fiorentina e Inter), è convinto che la sua squadra abbia le carte in regola per fermare lo squadrone avversario. Per riuscire nell’impresa, Diaz si affida agli esperti Justo Villar, Paulo da Silva e alla coppia offensiva Valdez-Santa Cruz, tutti calciatori abbondantemente sopra la trentina. Assente per infortunio, invece, Oscar Cardozo, punta che ha inciso profondamente sugli ottimi risultati colti nel recente passato dal Paraguay.

ARGENTINA-PARAGUAY, ORE 23,30 (DIRETTA SCRITTA TUTTOCALCIOESTERO.IT): PROBABILI FORMAZIONI

Argentina: Sergio Romero; Pablo Zabaleta, Ezequiel Garay, Nicolás Otamendi, Marcos Rojo; Javier Mascherano, Lucas Biglia, Javier Pastore; Ángel di María,’Kun’ Agüero, Lionel Messi. C.T. Gerardo Martino

Paraguay: Justo Villar; Marcos Cáceres, Paulo da Silva, Pablo Aguilar, Miguel Samudio; Néstor Ortigoza, Víctor Cáceres, Richard Ortíz y Raúl Bobadilla; Nelson Haedo Valdez,Roque Santa Cruz. C.T.:Ramon Diaz

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.