Libertadores, Boca escluso: River ufficialmente ai quarti

libertadores

Estromesso dalla Libertadores e quattro giornate a porte chiuse: questo il conto salato (ma non troppo) che dovrà pagare il Boca

Il Boca Juniors é fuori dalla Copa Bridgestone Libertadores 2015, sarà quindi il River Plate il prossimo rivale del Cruzeiro nei quarti di finale della massima competizione calcistica del Sudamerica. Dopo 8 ore di camera di conciliazione, il Tribunale di Disciplina della CONMEBOL -Confederazione Sudamericana di calcio-ha emesso il verdetto nei confronti del club Xeneize. Nonostante l’eliminazione decisa a tavolino però, il Boca potrà comunque partecipare nelle competizioni internazionali nei prossimi anni qualora dovesse accedervi: come pena accessoria -oltre a 200 mila dollari di multa- il club de La Ribera dovrà giocare le prossime quattro partite nella Bombonera senza pubblico e i suoi tifosi non potranno recarsi in trasferta per un uguale numero di quattro(4) incontri. Ciò vuol dire che in una virtuale Libertadores 2016, se il Boca dovesse arrivare ai quarti di finale, allora potrebbe nuovamente giovarsi dell’appoggio dalle tribune del pubblico amico solo a partire da quella fase.

Un verdetto che si è immediatamente aggiunto al polemico dibattito sulle negligenze e complicità per l’agguato ai danni dei giocatori del River Plate,avvenuto lo scorso giovedì notte alla Bombonera alla fine dell’intervallo, quando quattro giocatori riverplatensi sono stati colpiti da spray al peperoncino mentre stavano facendo il ritorno in campo per disputare il secondo tempo dell’incontro. Una sanzione molto lieve viste quelle che erano state le voci che circolavano nei corridoi della stessa CONMEBOL e viste anche le pressioni di Blatter e della FIFA per il pugno duro: si erano infatti paventati per il Boca Juniors (oltre all’avvenuta esclusione dall’attuale Libertadores e Sudamericana 2015) addirittura 2 anni di squalifica dalle competizioni internazionali e 4 anni di divieto di utilizzo del proprio stadio. Intanto dopo la messa sotto sequestro della Bombonera, bisognerà attendere la fine delle indagini del procuratore distrettuale di Buenos Aires, Martín Ocampo, per sapere se verranno adottate misure cautelari che porteranno a una chiusura indefinita dello stadio del Boca anche per le partite riguardanti l’ambito locale.

GIOCATORI DEL RIVER– Migliorano nettamente le condizioni di Ramiro Funes Mori e Leonardo Ponzio che già da domenica potrebbero sospendere il trattamento farmacologico a cui erano stati sottoposti dopo le ustioni e irritazioni provocategli dall’aggressivo spray tiratogli addosso. Intanto l’attaccante Sebastián Driussi é stato ricoverato in ospedale per una meningite virale, ma tale malessere non é da collegare all’agguato di giovedí notte: per lui forse un mese di stop e addio al Mondiale under 20 in Nuova Zelanda.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.