Portogallo: Porto pronto per il Bayern, ma in vetta resta il Benfica

portogallo

PORTOGALLO: BENFICA SEMPRE LEADER – Tutto come prima. E alla fine del torneo manca una giornata in meno, sei per l’esattezza. Il Benfica fa un sol boccone dell’Academica e mantiene tre punti di vantaggio sul Porto, capace di vincere a Vila de Conde, laddove, solo poche settimane fa, caddero le Aguias. Per gli uomini di Jorge Jesus è stata, per l’appunto, una passeggiata di salute contro la Briosa, arrivata al da Luz senza grandi motivazioni, complice una classifica a cui manca solo il suggello dell’aritmetica per la conquista della salvezza. Gara che si mette subito in discesa per i padroni di casa: dopo undici minuti, complici due reti fotocopia (seppur sviluppatesi su fasce opposte), il Benfica è già avanti 2-0 grazie alle inzuccate perentorie di Jardel e Jonas.

Altri dieci giri di lancette e le Aguais, grazie ad un penalty trasformato impeccabilmente da Lima, si portano sul 3-0 e mettono in ghiaccio i tre punti. Il rotondo vantaggio non appaga le Aguias, che insistono alla ricerca del quarto goal, giunto, puntuale, in avvio di ripresa, dopo che l’Academica aveva reclamato la concessione di un calcio di rigore; ad andare a segno è ancora Jonas, autore, in precedenza, della seconda marcatura capitolina. Nella fase finale del match prosegue, imperterrito, il dominio locale. Ma prima del goal di Fejsa, che fisserà il punteggio sul 5-1 finale, l’Academica trova il goal della bandiera con Rafael Lopes.

IL PORTO C’E‘ – Buon viatico in vista della Champions per il Porto di Lopetegui, che vince sul campo dell’ostico Rio Ave e si appresta ad affrontare il Bayern in un ottimo stato di forma. I Dragoes impongono subito un ritmo infernale al match, si vedono annullato (giustamente) un goal per posizione irregolare di Brahimi, colpiscono un legno e poi, a metà del primo tempo, passano in vantaggio grazie ad un penalty trasformato da Quaresma. Il raddoppio, in chiusura di prima frazione, è opera di Danilo, che va a segno con una splendida conclusione a giro. Nella ripresa, nonostante il dominio ospite, i locali accorciano le distanze con Tarantini, ma sono costretti ad alzare bandiera bianca a sette minuti dal triplice fischio: Hernani si ritrova solo davanti a Ederson Moares e lo supera con una bella conclusione indirizzata all’angolino basso del secondo palo.

BEL BELENENSES –Nell’anticipo del venerdì, invece, il Belenenses vince sul campo dell’Arouca grazie ad un penalty trasformato da Pelè e, complice l’inatteso k.o. odierno del Vitoria Guimares (sconfitto sul campo del Moreirense), si porta ad un solo punto da quel quinto posto che significa Europa League. Nell’inutile sfida del do Bessa, che vedeva opposte due squadre con poco da chiedere alla classifica, il Maritimo ha la meglio sui padroni di casa del Boavista grazie alle reti di Eber e Alex Soares.

PORTOGALLO SUPERLIGA, VENTOTTESIMA GIORNATA 

Arouca-Academica 0-1 (giocata venerdì)

Boavista-Maritimo 0-2

Benfica-Academica 5-1

Rio Ave-Porto 1-3

Moreirense-Vitoria Guimares 2-1

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.