Copa Libertadores: Racing beffato in casa, goleada del Guarani

libertadores

Con le prime partite della terza giornata prosegue il programma dei gironi di Libertadores. Gol, emozioni e sorprese, come sempre, all’ordine del giorno e gironi che proseguono in modo molto equilibrato.

Primo match della notte, al Gran Parque Central de Montevideo, dove si sono scontrati i padroni di casa del Wanderers contro i cileni del Palestino, per il girone 5. A spuntarla proprio gli uruguaiani di casa, per uno a zero, in una partita che si è rivelata equilibrata come da pronostici. Wanderers che sale in testa, momentaneamente, ma che ha ottenuto una “vittoria chiave” per il proseguo della Libertadores. Partita giocata inizialmente a viso aperto dalle due squadre e sbloccata dopo 22 minuti dal mediano Matias Santos. Partita durissima, giocata davvero ad alti ritmi e con grandissimo agonismo. Solo la bravura delle retroguardia di casa ha evitato il pareggio dell’ostico Palestino. Il difensore Alex Silva, il mediano Santiago Martinez e l’attaccante Reymundez i migliori giocatori del match per gli uruguaiani.

Contemporaneamente invece, nell’Olimpico di Sucre, Bolivia, l’Universitario e gli argentini dell’Huracan si giocavano la leadership provvisoria del girone 3. Non poteva finire in un altro modo se non con un pareggio senza reti, vista la tendenza delle due squadre a pareggiare e a segnare poco in questa competizione. Sempre durissime le trasferte in terra boliviana ed anche stavolta c’è stato molto da soffrire per l’Huracan, che ancora non è riuscito a dare un’impronta vera nel girone. Partenza migliore per i padroni di casa e ritorno di fiamma per gli argentini, che si sono mantenuti a galla fino alla fine grazie alle parate del secondo portiere Giordano ma che hanno avuto anche occasioni per vincere con il solito bravissimo Abila. Per i boliviani grande partita dell’attaccante ecuadoregno Richar Mercado che ha messo sotto pressione da solo tutta la retroguardia dell’Huracan fino alla sua uscita dal campo al ’60. Momentaneo primo posto della U di Sucre con 5 punti, seguita dall’Huracan con tre, aspettando Cruzeiro e Mineros.

La nottata di Libertadores è proseguita poi con due match, entrambi per il girone 8, con la goleada in terra paraguaiana del Guarani contro i venezuelani del Deportivo Tachira. Proprio i locali paraguaiani hanno inferto una dura lezione di calcio ai venezuelani, con il match che si è concluso sul 5 a 2 ma con un parziale di primo tempo di 4 a 1, in cui al Tachira sono stati fatali 6 minuti, dal ’34 al ’40, riuscendo nell’impresa di farsi segnare tre gol. Un Guarani partito fortissimo e con una spiccata vocazione offensiva. Pressing alto, verticalizzazioni e gioco sulle fasce hanno subito messo in crisi la disastrosa retroguardia venezuelana, andata poi in tilt in quei sei minuti finali del primo tempo, che hanno regalato la vittoria ai padroni di casa.

Infine, la grande sorpresa della notte, la sconfitta casalinga del Racing Club. Gli argentini si sono fatti superare dai peruviani dello Sporting Cristal per due a uno, giocando si una brutta partita, ma perdendo solo per un rigore contro inesistente a dieci minuti dalla fine. Racing che nonostante ciò mantiene la vetta ma che ora dovrà guardarsi le spalle dagli stessi peruviani, lontani adesso solo un punto e dal Guarani, distante due punti. Grande organizzazione difensiva e ripartenze letali, con uomini di talento e tecnica, vedi l’uomo del match Lobaton, autore della doppietta al ’58 e al ’80, con un regalo del direttore di gara Zambrano. Benissimo anche il centrocampista uruguaiano Cazulo. Racing che non è riuscito a sviluppare il proprio gioco e, orfano di Milito, aveva pareggiato su schema da calcio di punizione con il giovane attaccante Brian Fernandez al ’66.

Gruppo 5

Wanderers (Uru) – Palestino (Cil) 1-0 ’22 Santos

Gruppo 3

  1. de Sucre (Bol) – Huracan (Arg) 0-0

Gruppo 8

Racing Club (Arg) – Sporting Cristal (Per) 1-2 ’58 Lobaton (SC), ’66 B.Fernandez (R), ’80 rig. Lobaton (SC)

Guarani (Par) – Dep. Tachira (Ven) 5-2 ‘9 Ocampo (G), ’16 Gonzalez (DT), ’34 Mendoza (G), ’39 rig. Santander (G), ’40 Benitez (G), ’48 Lopez (DT), ’87 F.Fernandez (G)

 

About Michele Stefanelli 58 Articoli
Laureato in media e giornalismo a firenze. Giornalista, corrispondente e scrittore, passione per il calcio, esperto di calcio argentino e calciomercato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.