Premier League: spettacolo Man United, vincono facile anche gli Spurs

Premier League Manchester United

E’ un sabato di Premier League caldo, a renderlo ancora più piccante , in attesa del big match tra Chelsea e Manchester City, ci ha pensato Robert Huth. Il difensore tedesco è finito nella bufera per la partecipazione a un quiz porno su twitter, un’ingenuità che pagherà ben 20 mila euro. La Football Association tiene molto all’immagine tenuta dai propri tesserati e non ammette sbandate. Fortuna per Huth che il suo Stoke City non abbia sbandato oggi contro il Queens Park Rangers. Avvio poco divertente al Britannia Stadium, poi è Walters a portare i suoi sul due a zero. Potters che giocano bene, ma la prodezza di Kranjcar riapre il discorso e il secondo tempo è tutto da gustare. Tante occasioni, traversa colpita da Barton e Begovic prezioso in più di un’occasione, in pieno recupero Walters piazza il terzo di testa e chiude i conti. Nel match dell’ora di pranzo il Newcastle ha avuto pochi problemi in casa dell’Hull City: tre a zero secco, Cabella nel primo tempo e poi Ameobi e Gouffran.

L’Everton rialza la testa dopo un periodo complicato, espugnato il campo del Crystal Palace al termine di una gara equilibrata e avara di emozioni. E’ più la paura di prenderne che la voglia di segnare, fortuna per Martinez che Naismith trovi il gol dopo soli due minuti, imbeccata di Lukaku, non ci saranno altre segnature. Tre punti che fanno morale. Il Manchester United aveva un solo risultato e contro il Leicester l’hanno conquistato. Conta il modo però e quello che hanno fatto vedere i Red Devils nel primo tempo è da lustrarsi gli occhi. Spettacolo, una bellezza da vedere, forse qualche leziosità di troppo ma poco male perché alla mezz’ora Van Persie non ha pietà. Il Manchester, che fino a questo momento ha giocato bene, adesso gioca ancora meglio, Falcao – da animale d’area qual è – mette in rete dopo la ribattuta del portiere su tiro di Angel Di Maria.

Prima dell’intervallo segna Morgan, peccato che la porta sia sbagliata. Si va sul riposo tre a zero per il Manchester United, un dominio evidente. I diavoli di Premier League giocano sul velluto, Januzaj cerca il quarto, Wasilewski accorcia quando ormai serve a poco. Il Sunderland si aggiudica lo scontro salvezza contro il Burnley, una gara che i Black Cats avevano l’obbligo di vincere. Wickham di testa, raddoppio di Defoe. Ripresa senza particolari sussulti, nel primo tempo ci si mette anche Pantillimon a bloccare i Clarets. Il Wba ha ospitato il Tottenham e ne è uscito con le ossa rotte. Appena sei minuti d’orologio e, da calcio di punizione, Eriksen firma un gol di classe pura. I Baggies non sanno che fare, gli Spurs sì e fanno ancora male con Kane. Qualche preoccupazione per Lloris, impeccabile il francese, nella ripresa arriva il rigore trasformato da Kane per il definitivo zero a tre. Onore al Wba che ci ha provato fino alla fine ma non c’è stata gara.

Premier League, 22esima giornata

Hull City-Newcastle 0-3
Crystal Palace-Everon 0-1
Liverpool-West Ham 1-0
Manchester United-Leicester 3-0
Stoke-Qpr 3-1
Sunderland-Burnley 2-0
Wba-Tottenham 0-2

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.