Bundesliga, Joselu in extremis: Borussia penultimo al giro di boa

bundesliga
Bundesliga, Joselu in extremis: Borussia penultimo al giro di boa

BUNDESLIGA: DORTMUND PENULTIMO – Il Borussia Dortmund ringrazia Joselu. L’attaccante spagnolo, infatti, mette a segno – al novantesimo minuto – il gol del 2-2 in Friburgo-Hannover ed evita, indirettamente, che la compagine giallonera chiuda all’ultimo posto in classifica. Una magra consolazione per i Vice-campioni di Germania, che strappano il penultimo posto solo grazie ad un misero goal in più del Friburgo, che ha gli stessi punti (15) e la stessa differenza reti (-8) dei gialloneri, ma ha segnato 17 goal contro i 18 della squadra di Klopp. Un pareggio, quello dell’Hannover, giunto al termine di un match divertente, che non ha lesinato emozioni al pubblico presente sugli spalti. La squadra di Korkut si fa preferire nella prima parte del match, dove colpisce due legni (Briand al ventiquattresimo e Joselu al trentaquattresimo) ed esibisce un gioco armonioso e gradevole. Ma alla prima vera occasione da goal, la squadra di casa passa in vantaggio con Frantz, che insacca di prima intenzione su invito di Gunter. Il goal del numero otto locale cambia l’inerzia del match, che è tutta dalla parte della squadra di casa. A dieci dal termine, dopo aver sfiorato il raddoppio in un paio di circostanze, il Friburgo raddoppia grazie a Kempf, che insacca di testa su invito, da calcio d’angolo, di Schmid. L’Hannover, dopo solo due minuti, accorcia le distanze con Bittencourt e da il via all’assalto finale. Assalto finale che dà i suoi frutti al novantesimo, quando Joselu approfitta di un errato rinvio di Burki e mette a segno il goal del definitivo 2-2.

TRACOLLO DELL’ALTE DAME – Nel primo posticipo domenicale, manita dell’Hoffenheim all’Hertha Berlino, che sprofonda all’Olympiastadion e viene sonoramente fischiato dai propri tifosi. La partita si sblocca al ventitreesimo a causa dell’autogol di Brooks, che devia nella propria porta uno spiovente dalla sinistra di Volland. Passano solo tre minuti e il difensore americano stende in area Schipplock: è calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Salihovic, che spiazza Kraft e mette a segno il secondo goal del TSG. Verso la fine del primo tempo, Schulz sgambetta Beck in area e causa un altro calcio di rigore a favore della squadra ospite. Dagli undici metri si ripresenta Salihovic, che non fallisce e porta i suoi sul 3-0. Nel secondo tempo, l’Hertha si rende pericoloso solo nelle prime battute con Ben Hatira, che fallisce una nitidissima palla-gol. Ad un quarto d’ora dal termine, però, L’Hoffe cala il poker con Schipplock, che insacca a porta sguarnita su invito di Firmino. La mattanza dell’Alte Dame non è ancora finita. A cinque minuti dal fischio finale, Niemeyer perde palla al limite dell’area, Firmino la fa sua e serve Rudy, che appoggia in rete per il 5-0 finale.

BUNDESLIGA DICIASSETTESIMA GIORNATA, POSTICIPI

Friburgo-Hannover 2-2

Hertha Berlino-Hoffenheim 0-5

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.