Belgio, Jupiler League: pari ed emozioni tra Anderlecht e Club Brugge. Standard in crisi nera

anderlecht club brugge jupiler league

E’ stato un fine settimana dalle mille emozioni quello vissuto in Belgio e che ha visto disputarsi la 17esima giornata di Jupiler League. Gli occhi, ovviamente, erano tutti per lo scontro tra le prime due della classe: Anderlecht e Club Brugge hanno dato vita ad un match davvero emozionante al Constant Vanden Stock. E’ finita 2-2, gli uomini di Preud’Homme hanno così conservato un punto di vantaggio sui biancomalva.

L’Anderlecht era stato capace di rimontare il gol del vantaggio ospite firmato da Vazquez (punizione dalla sinistra che non viene deviata a centro area ma che beffa ugualmente Proto) al 26′. Sette minuti dopo, infatti, arrivava il pareggio in mischia di Deschacht, poi ad inizio ripresa il bel sinistro di Praet (al primo gol stagionale) sanciva il sorpasso. Finale folle: prima Simons, all’85’, falliva il secondo rigore consecutivo facendosi respingere la conclusione centrale da Proto, poi lo stesso portiere di casa si faceva beffare, tre minuti più tardi, da un’altra punizione di Vazquez. Proteste vibranti dell’Anderlecht (presunta carica sull’estremo difensore) ma la partita finisce 2-2.

Dello scontro al vertice di Jupiler League ne poteva approfittare la terza della classe, ma il Gent ha aperto la giornata, venerdì sera, con una sconfitta a Waregem, contro il redivivo Zulte (10 punti nelle ultime cinque partite, zona retrocessione abbandonata e inizio disastroso di campionato buttato alle spalle). Eppure, i buffalos erano passati in vantaggio al 18′ con un dolce pallonetto del difensore Gershon, in mischia. L’ingenua doppia ammonizione di Zolotic lasciava però gli ospiti in inferiorità numerica per un’ora, dando così modo allo Zulte di ribaltare il match. Al 62′ grandissimo gol di Verboom (sinistro all’incrocio dai 30 metri) per l’1-1, all’81’ – dopo una traversa colpita da Sylla – il 2-1 firmato da Cissako con una conclusione sotto misura. Il miglior modo per lo Zulte di festeggiare la nuova tribuna al Regenboogstadion.

Il Gent resta comunque terzo, visto che nel match che ha chiuso la giornata il Lokeren non è andato oltre l’1-1 a Lierse: padroni di casa, che restano ultimi in compagnia del Cercle Brugge, in vantaggio al 2′ Kouemaha, prima del quarto d’ora il pareggio di Leye. Assieme al Lokeren, a quota 28 e a -1 dal Gent terzo, si trovano ora la sorpresa Kortrijk e il Genk, grazie a due preziosissime vittorie esterne. I fiamminghi hanno battuto a domicilio lo Standard Liegi (2-0, reti di Santini e Chevalier) alla seconda sconfitta di fila, in crisi di gioco nettissima e al momento a -4 dai playoff per il titolo in Jupiler League; l’undici del Limburgo, invece, ha espugnato il campo del Cercle Brugge grazie a una rete nel finale di Mboyo.

Nelle altre partite: pareggio a reti bianche tra Mechelen e Oostende, il Waasland Beveren batte in romonta il Mouscron e si allontana dalle zone caldissime della Jupiler League mentre sogna davvero i playoff per il titolo lo Charleroi: i valloni vincono 3-2 in trasferta a Westerlo, infilano la terza vittoria di fila e si portano a soli tre punti dal sesto posto. Nel prossimo turno impegni sulla carta favorevoli per le due battistrada (Anderlecht di scena a Mouscron, il Club Brugge ospita lo Zulte), si segnala un interessantissimo Gent-Genk.

jupiler league belgio classifica

About Alfonso Alfano 1754 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.