Chelsea formichina: annunciato un altro anno fiscale in attivo

Il Chelsea Football Club, attraverso il suo ufficio finanziario, è lieto di annunciare che per l’esercizio finanziario chiuso in data 30 giugno 2014 è stato raggiunto un utile di 18.4 milioni di sterline insieme ad un fatturato record di 319,8 milioni di sterline. Si tratta del secondo anno in attivo registrato negli ultimi 3 trascorsi nonché quello con l’importo più alto di soldi in entrata da quando Roman Abramovich è diventato proprietario del club nel 2003. Questi risultati assicurano il rispetto dei criteri di pareggio chiesti dalla UEFA nell’ambito del Financial Fair Play (FFP). L’utile di 18.4 milioni di sterline segue quello di 1.4 milioni generato due anni fa. Forti aumenti nelle entrate, con un surplus significativo ottenuto dalle vendite di giocatori nel corso degli ultimi 12 mesi che hanno contribuito al raggiungimento di questo buon risultato. Il fatturato è aumentato per il quinto anno consecutivo, dimostrando che anche in stagioni senza successi sportivi il business è in continua crescita. Il nuovo accordo di radiodiffusione con FAPL ha contribuito in modo significativo alla crescita dei proventi commerciali. L’anno scorso inoltre sono state firmate nuove partnership con Rotary, Hackett, Corallo, William Lawson, Indosat e Guangzhou R & F Football Club. C’è stato un piccolo aumento del reddito generato dalla vendita dei biglietti, ma con Stamford Bridge ormai sempre “sold out” era impossibile avere una crescita significativa finanziaria in questo settore. I prezzi dei biglietti rimangono congelati ai livelli della stagione 2011 / 2012. Combinando gli ultimi risultati finanziari con quelli dei due anni precedenti ci rendiamo conto che per il secondo periodo di monitoraggio del FFP rientriamo tranquillamente entro i limiti stabiliti dalla UEFA, limiti che misurano la spesa a carico del reddito da attività legata al calcio. Il Chelsea aveva rispettato i criteri FFP anche nel primo periodo di monitoraggio.

Il Presidente Bruce Buck ha dichiarato: ‘Il club è naturalmente felice di registrare un profitto significativo per la stagione 2013/14. Raggiungendo la semifinale di Champions League e rimanendo in corsa per la vittoria della Premier League fino alle ultime giornate della stagione abbiamo dimostrato che, pur migliorando i nostri risultati finanziari, siamo rimasti competitivi anche nelle sfide che interessano la squadra sotto l’aspetto sportivo e del gioco. Abbiamo acquistato giocatori finanziando le operazioni dalla vendita di altri giocatori. La nostra filosofia, da quando Abramovich ha acquistato il club nel 2003, è stata quello di sviluppare il successo sul campo. Questo è evidente nelle partnership che abbiamo firmato e nella nostra crescita nel rapporto con i tifosi, che ha contribuito al nuovo fatturato record e al profitto realizzato. Abbiamo fatto tutto questo in contemporanea alla creazione di uno dei principali programmi comunitari di calcio in tutto il mondo, attraverso la Fondazione Chelsea. Andando avanti su questa strada, abbiamo piani ambiziosi per la costruzione di un programma commerciale globale pionieristico, in partnership con organizzazioni innovative e leader di mercato provenienti da tutto il mondo. Nell’ambito del FFP, dobbiamo progredire nel commercio per continuare ad ottenere successi, investendo nella squadra”.

About Franco Febbo 55 Articoli
Studente universitario in quel di Siena, classe 1992 follemente innamorato della Premier League e del calcio inglese, amo anche il basket ma seguo solo quello NBA come tifoso ultradecennale dei Los Angeles Lakers, appassionato anche di Football Americano tifo i Cincinnati Bengals. Oltre a scrivere adoro la musica elettronica, il rock 'n' roll, i computer, i videogiochi, l'arte e la letteratura. Aspirante tuttologo, sono un personaggio analogico in un mondo digitale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.