Qpr-Aston Villa 2-0: Super Austin toglie gli Hoops dal fondo

QPR

Il Qpr non se la passa bene, i quattro punti raccolti fino a ora sono una miseria, non che l’Aston Villa possa dirsi tranquillo anche se di punti ne ben sei in più rispetto agli Hoops. Si gioca a Loftus Road, indispensabile per il Qpr far pesare il fattore campo per raccimolare quanto serve per una salvezza che al momento appare molto complicata. Torna Green in porta, l’ex Napoli Edu Vargas e l’ex juventino Mauricio Isla in campo, Redknapp senza paura opta per un 4-4-2 a trazione anteriore. Paul Lambert cambia molto rispetto al 3-0 rimediato contro l’Everton, scelta saggia considerato quel che si è visto nell’ultimo turno, davanti a Guzan linea a quattro: Lowton, Vlaar, Clark, Cissokho. Weimann, Agbonlahor, Benteke davanti, in mezzo al campo Westwood, Cleverley e Sanchez.

Al pronti-e-via il Qpr porta avanti il baricentro ma è un fuoco di paglia perché l’Aston Villa è messo meglio in campo e assorbe l’urto senza problema alcuno. Nel primo quarto d’ora si gioca praticamente solo nella metà campo dei padroni di casa, schiacciati dalla fisicità e dalla pressione dei Villans, difesa in grossa difficoltà. Il Qpr soffre ma alla prima sortita fa male. Minuto 17, palla lunga di Dunne, intelligente gioco di sponda da parte di Zamora, Vlaar eluso e sfera che arriva a Austin. Gran tiro di Charlie, niente da fare per Guzan. Gol bello per velocità d transizione e qualità tecniche messe in mostra (clicca QUI per guardare gli highlights), dote che non fa certo difetto agli Hoops, a mancare è semmai la solidità.

L’Aston Villa prova a scuotersi, Benteke di testa mette fuori. Impressionante la prova di Yun Suk-young, corsa a tutto campo per il coreano, grande tempismo anche in fase di ripiegamento. Il Villa attacca ma a fare gol è ancora il Qpr, sempre con Charlie Austin, protagonista assoluto del match. Cross di Edu Vargas dalla destra e il numero nove non perdona. Siamo al 70esimo e la gara è ora in cassaforte. L’ex Napoli avrebbe addirittura la chance per calare il tris, discreta la gestione della fase finale del match da parte degli uomini di Redknapp. Arrivano tre punti preziosi e – a essere sinceri – difficilmente pronosticabili prima del match. Il Qpr farà visita al Chelsea nel prossimo turno, questa sì che è una missione impossibile, l’Aston Villa ne ha perse cinque di fila e cercerà di evitare la sesta contro il Tottenham. Il Qpr fa un deciso balzo in avanti ma non c’è troppo da sorridere, l’ultimo posto ora comunque ora è del Burnley.

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.