Preview Arsenal-Galatasaray: Wenger alle prese con tanti infortuni, Prandelli ha tutti a disposizione


ARSENAL: Nell’infermeria dei Gunners,  Ramsey e Arteta si sono aggiunti agli infortunati Debuchy, Giroud, Monreal, e Walcott. Wenger dovrà inventarsi il centrocampo, probabile  l’inserimento di Flamini davanti alla difesa, con Chamberlain e Ozil più avanzati; in attacco, Sanchez e Cazorla supporteranno l’unica punta Welbeck, recentemente approdato ai Gunners dal Manchester United.  In alternativa, a metà campo c’è sempre disponibile Rosicky.

GALATASARAY: Cesare Prandelli, a differenza del “collega” Wenger, non ha calciatori indisponibili per infortunio e dispone di tutti gli effettivi della rosa in viste dell’impegno dell’Emirates Stadium. Dubbi in difesa, dove Telles è in vantaggio su Camdan nel ruolo di terzino sinistro, mentre Pandev partirà dal primo minuto a fianco di Burak Yilmaz

CONFERENZA STAMPA DEI DUE ALLENATORI

WENGER

Sono concentrato sulla partita di domani: per me è un grande onore e privilegio essere sulla panchina di un club così grande da così tanto tempo. Non ho tempo per guardare indietro. Lo farò un’altra volta, ma certamente è un enorme privilegio. Non abbiamo fatto un buon risultato contro il Dortmund ma sono convinto che ci sia il potenziale per risollevarci. In Champions League si vuole sempre vincere in casa.

PRANDELLI

Affrontiamo una squadra con tanta qualità ed esperienza. Loro sono senza alcuni giocatori importanti, ma noi dovremo solo pensare a giocare il nostro calcio. Dovremo cercare di riconquistare subito il pallone appena lo perderemo. Dovremo essere coraggiosi e correre tutti i chilometri che serviranno. 

LE PROBABILI FORMAZIONI

ARSENAL: SZCZESNY – CHAMBERS MERTESACKER KOSCIENLY GIBBS – FLAMINI CHAMBERLAIN – SANCHEZ OZIL CAZORLA – WELBECK

GALATASARAY: MUSLERA – SARI KAJA CHEDJOU TELLES – DZEMAILI MELO INAN – SNEJDER – PANDEV YILMAZ

 

About Antonio Cupparo 68 Articoli
Fin da bambino voleva diventare talent scout, seguendo le partite di calcio internazionale, il suo primo idolo è stato Robert Pires, da anni grazie a Footlandia è diventato famoso nel web per le sue schede di giovani in rampa di lancio, il suo idolo calcistico adesso è Chicharito Hernandez suo pallino che ha segnalato alla Lazio nel 2009 senza però essere ascoltato. Ha scritto per Mistermanager e per tuttomercatoweb, oltre ad aver fatto apparizioni in tv private di Roma. Si occupa della rubrica World's got talent dove ci illumina nelle sue performance di descrizione dei nuovi talenti in giro per il mondo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.