Eibar-Deportivo La Coruna 0-1, prima vittoria dei galiziani in campionato

E’ un gol, in apertura, di Juan Dominguez a regalare la vittoria – la prima in campionato – al Deportivo La Coruna sul campo dell’Eibar. Partita combattuta, padroni di casa alla generosa ricerca del pareggio, ma la rete del canterano è sufficiente ai galiziani per conquistare tre punti che catapultano gli uomini di Fernandez a metà classifica. Classifica cortissima, ovvio, dopo appena tre giornate, ma dà morale vedersi avanti ai campioni d’Europa del Real Madrid. L’Eibar incassa la seconda sconfitta di fila dopo il successo all’esordio.

L’inizio è scoppiettante, il Depor pressa alto e spegne subito gli ardori iniziali dei baschi che qui, all’Ipurua, alla prima giornata avevano battuto in un indimenticabile derby la Real Sociedad. La prima occasione è comunque per l‘Eibar: lancio di Albentosa, sponda di Capa e pallone d’oro per Angel. La punta ex Levante temporeggia troppo e dà l’opportunità a Lux di salvarsi. Gol sbagliato, gol subito, il Deportivo passa in vantaggio tre minuti più tardi, al 12′: pregevole spunto di Juanfran sulla destra, incredibile rinvio fallito da Boveda e pallone che schizza dalle parti di Juan Dominguez che, a tu per tu con Irureta, non fallisce. Nonostante il buonissimo inizio di entrambe, il primo tempo scivola via senza più sussulti: gioco spezzettato, Eibar incapace di imbastire una reazione credibile.

Garitano cerca di porre rimedio durante l’intervallo: fuori Capa e Angel, dentro Dani Nieto e Piovaccari (poco in vista l’ex Steaua). Proprio il centravanti l’anno scorso al Barcellona B, va vicino al gol in due occasioni nei primi tre minuti: prima è bravo Lux con un bell’intervento, poi Nieto conclude da buona posizione sull’esterno della rete. Garitano a metà ripresa inserisce un altro attaccante, Saul, al posto di Dani Garcia, il contrario di Victor Fernandez che gettava nella mischia Canella al posto di un centrocampista col chiaro intento di difendere a tutti i costi l’1-0. Confusionari gli ultimi 20 minuti dell’Eibar, nonostante la buona vena del solito Javi Lara, già una delle principali rivelazioni di questa stagione. Finisce 0-1, colpo importantissimo del Deportivo su un campo sul quale faticheranno in parecchi.

About Alfonso Alfano 1749 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.