Road to Euro 2016: Bosnia, che batosta da Cipro! Bale batte Andorra

Nel raggruppamento A l’Islanda conferma quanto di buono fatto vedere nelle qualificazioni agli scorsi mondiali, terminate agli spareggi, rifilando ben tre reti alla Turchia. L’espulsione di Toprak per doppia ammonizione al minuto 59 ha creato enormi problemi agli uomini di Terim, già sottodopo la rete di Bodvarsson. Gli islandesi hanno giocatori di livello, a raddoppiare ci pensa Sigurdsson con un bel mancino da fuori, il tris è di Sigthorsson. Occhio all’Islanda.

Non un grande Galles, ma il risultato è quello sperato: la trasferta in Andorra porta tre punti a Bale e compagni. Taylor combina un macello al quinto minuto, trattenuta in area su Lorenzo: Lima porta Andorra avanti a sopresa. E’ lui l’uomo simbolo dei padroni di casa, riponde il campione gallese. Gareth Bale, ovvio. Ottimo il colpo di testa del fuoriclasse del Real Madrid su cross di King. A dieci dal termine è ancora il fenomeno che indossa la maglia numero 11 a segnare, stavolta su calcio di punizione. Un mancino che non lascia scampo al portiere, gol accolto da un’invasione di campo da parte dei tifosi britannici. Bale risolve anche questa, calmando gli animi. Andorra uno, Bale due.

I gallesi rischiano lo scivolone, mentre la Bosnia fa sul serio il capitombolo. Sconfitta interna contro Cipro, eppure la serata sembrava propizia. Dopo sei minuti il gol di Ibisevic, incornata vincente su cross dalla destra. Gli ospiti però pareggiano al primo tiro in porta con Cristofi, ancora un colpo di testa ma da sottolineare l’immobilismo della difesa e l’uscitaccia di Begovic. Il secondo tempo regala una sorpresa ancora più clamorosa. Ancora Cristofi, il numero nove è eroe della serata, a venti dal termine arriva il suo quinto gol con la maglia della nazionale. Stavolta la rete arriva in contropiede, piattone killer dell’attaccante e la Bosnia cade. Il primo turno del gruppo B si è rivelato più equilibrato del previsto.

La Croazia rispetta il pronostico ma non dilaga contro Malta. Primo tempo a reti vergini – segnato dall’espulsione di Borg – poi in avvio di ripresa ci pensa Modric con una conclusione velenosa da fuori. I campioni servono, quelli del Real fanno la differenza. Campione ancora non è, ma anche Kramaric mette la sua firma a dieci dallo scadere dopo il bel suggerimento di Jelavic. Finisce così, Croazia destinata a crescere visto il numero di talenti a diposizione.

Azerbaijan-Bulgaria 1-2
Kazistan-Lettonia 0-0
Andorra-Galles 1-2
Bosnia-Cipro 1-2
Croazia-Malta 2-0
Repubblica Ceca-Olanda 2-1
Islanda-Turchia 3-0
Norvegia-Italia 0-2

About Paolo Bardelli 2028 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.