Cordoba-Celta 1-1: Cartabia risponde subito ad Orellana

Córdoba Federico Cartabia

Córdoba Federico Cartabia

Dopo aver perso la prima partita di stagione contro il Real Madrid, il Cordoba, che dopo 42 anni fa riassaporare ai suoi tifosi il sapore della Liga tra le mura amiche, si assicura un pareggio contro il Celta Vigo. Nei primi venti minuti sono stati gli ospiti ad essere i più pericolosi guidati dalla velocità e la verve di Orellana e Nolito e con Larrivey che ha trovato Juan Carlos che ha compiuto un miracolo sull’ex attaccante del Cagliari. Aò Celta viene anche annullato un gol a Nolito per un fuorigioco quantomeno dubbio. Gli andalusi da parte loro hanno trovato si gli uomini di Berizzo molto in palla ma sono sopratutto sembrati un po’ imballati da un pizzico di emozione che trapelava fin dall’inizio.

Nella ripresa sempre il Celta a guidare il match, alla fine arriva il vantaggio con Orellana: l’ala cilena ha seminato il panico sulla destra, si è accentrato per poi colpire di sinistro con un tiro tutt’altro che potente, il portiere del Cordoba, che fino a quel punto era il migliore dei suoi, ha completamente ciccato la sfera che gli è passata sotto le gambe ed è finita in porta. Lo svantaggio per i padroni di casa è sembrato un risveglio, infatti dopo quattro minuti è arrivato il pareggio con un bel tocco al volo del numero dieci degli andalusi Cartabia che ha messo il pallone sul palo basso alla destra di Alvarez. L’ultima mezz’ora ha visto le squadre piuttosto stanche e alla fine ha dominato la voglia di non infierire e accontentarsi del punto ciascuno, il primo in campionato per il Cordoba, mentre il Celta con questo pareggio sale a quattro punti

I MIGLIORI

CARTABIA 7 – A parte il gol, tra l’altro bellissimo con un tocco molto sensibile, si è esibito in buone giocate individuali, il Cordoba trova nell’argentino un giocatore su cui puntare per arrivare alla salvezza

ORELLANA 7 – Il cileno nel primo tempo è stato devastante, sulla fascia destra è stato l’incubo di Pinillos che gli scappava continuamente, sul gol molto ci ha messo del suo Juan Carlos su una conclusione non certo irresistibile

NOLITO 6.5 – Gli è mancato solo il gol, per il resto tanta vivacità e aggressività

I PEGGIORI

JUAN CARLOS  4.5 – Goffissimo nell’azione del vantaggio di Orellana, eppure fino a quel momento se l’era cavata egregiamente

MATOS 5 – Dopo il buon esordio al Bernabeu, un passo indietro per l’ex giocatore della Fiorentina

FONTAS 5 – L’ex Barcellona dovrebbe essere il leader del Celta, e invece ha fatto vedere molti limiti, sarà che non è semplice giocare con una maglia che non sia quella blaugrana

About Antonio Cupparo 68 Articoli
Fin da bambino voleva diventare talent scout, seguendo le partite di calcio internazionale, il suo primo idolo è stato Robert Pires, da anni grazie a Footlandia è diventato famoso nel web per le sue schede di giovani in rampa di lancio, il suo idolo calcistico adesso è Chicharito Hernandez suo pallino che ha segnalato alla Lazio nel 2009 senza però essere ascoltato. Ha scritto per Mistermanager e per tuttomercatoweb, oltre ad aver fatto apparizioni in tv private di Roma. Si occupa della rubrica World's got talent dove ci illumina nelle sue performance di descrizione dei nuovi talenti in giro per il mondo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.