Aston Villa-Newcastle 0-0: poche emozioni, i Magpies chiudono in dieci

Buon sabato di Premier League a tutti, turno che si apre con Aston Villa-Newcastle, non uno scontro di alta classifica ma gara comunque ricca di spunti. I Villans hanno vinto la prima sul campo dello Stoke City, esordio amaro invece per i Magpies ma il Manchester City è oggettivamente avversario di un altro pianeta. Lambert non cambia nulla rispetto alla vittoria sui Potters, il nuovo acquisto Carlos Sanchez è pronto ad entrare in corso d’opera, stessa cosa fa Pardew, De Jong parte ancora dalla panchina panchina e Riviere a caccia del primo gol in campionato. Chi non segna da un pezzo è Gabriel Agbonlahor, un digiuno lungo circa otto mesi.

Newcastle che inizia con ordine, la prima chance però è per l’ex N’Zogbia che, defilato sulla destra, cerca di scavalcare Krul con un colpo di testa. Occasione ancor più ghiotta per i bianconeri al minuto 12, Senderos è disattento su calcio d’angolo e la palla arriva a Gouffran sul palo opposto ma il francese cicca da buona posizione ma becca in pieno Vlaar. L’olandese ha bisogno di cure poi torna in battaglia, è partita dura con entrambe le squadre che non fanno complimenti. La precisione non è all’altezza dell’agonismo, pure Cabella al 25′ non trova la giusta mira dopo un batti e ribatti in area. Non è sicuramente un primo tempo esaltante, tra i padroni di casa in evidenza c’è Hutton, molto propositivo, i bianconeri qualcosa hanno combinato ma la manovra manca di fluidità. 45 minuti che non resteranno nella memoria.

Nessun cambio rispetto ai ventidue dell’avvio, dalle prime battute il secondo tempo pare più frizzante. Guzan attento su Colback, che cerca il gol imbeccato da Janmaat. Fiera del liscio, anche Williamson dimostra di non aver piedi da bomber ciccando un’ottima palla al 58esimo. Ennesima occasione malamente sprecata dai Magpies. Esordio con la maglia del Villa per Sanchez, l’ingresso del nazionale colombiano porta enorme beneficio alla mediana, ora le linee sono più alte e si soffre meno. A un quarto d’ora entrambe le squadre cercano di piegare l’inerzia con forze fresche dalla panchina, dentro Bent da una parte e Perez dall’altra.

La gara del Villa Park conserva le emozioni più forti per il finale, nel giro di cinque minuti Williamson prende due gialli, il secondo durante il primo minuto di recupero per fallo su Delph. Pochi istanti prima Guzan protagonista, Ayoze e De Jong combianano bene ma sulla botta dell’olandese il portiere è attento. Non è stata una giornata di gran lavoro per i due estremi difensori, il Villa soffre tanto la mancanza di Benteke mentre in casa bianconera servirebbe proprio un vero punto di riferimento in avanti. Seconda gara senza subire gol per i Villans, questo il dato dal quale Lambert può costruire.

About Paolo Bardelli 2028 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.