Liga, il punto sul calciomercato (parte 1)

Almeria

Confermato in panchina Francisco Rodriguez, particolarmente attivo il club andaluso in questa prima fase di mercato. Perso Esteban, ceduto all’Oviedo, in porta è stato preso Ruben – reduce da una stagione da titolare al Rayo – e resta Julian Cuesta come secondo comprando il cartellino che l’anno scorso era in prestito dal Siviglia. Proprio alla corte di Emery si è trasferito uno dei migliori del 2013-14, Aleix Vidal, ala catalana dal gran talento e che ha meritato il salto in una grande di Spagna. L’Almeria proverà a sostituirlo con Quique Gonzalez, attaccante esterno acquistato dal Valladolid ma l’ultimo anno al Guadalajara (terza divisione) dove ha siglato 24 reti.

Interessante anche l’acquisto di Hemed, centravanti israeliano da diverse stagioni al Maiorca da dove arriva anche il terzino destro Ximo Navarro. Da verificare quanto sarà utile il centrocampista tailandese Teerasil Dangda, il cui passato europeo si basa su un provino fallito al Manchester City e 6 apparizioni con la squadra riserve del Grasshoppers. Salutano, per fine prestito, Suso (Liverpool), il centrale argentino Torsiglieri (Metalist Kharkiv), Rodri (Barcellona) e Hans Martinez (Universidad Catolica). Fine contratto per Marcos Tebar. Prossimi obiettivi: Babà (si punta al prestito dal Siviglia), Kagelmacher (Monaco) e Joselu (Compostela).

Athletic Bilbao

Valverde, presumibilmente, non vedrà modificata di tantissimo la rosa che ha conquistato l’accesso ai preliminari di Champions League. Per ora, oltre ai vari rientri dai prestiti (il più importante è il giovane centrale/terzino sinistro Aurtenetxe, reduce da una buona stagione col Celta Vigo di Luis Enrique), l’unico acquisto è quello del capocannoniere della scorsa Segunda Division, Borja Viguera (25 reti con l’Alaves), 27 anni e in passato già in orbita Athletic. La cessione di Ander Herrera al Manchester United (che si aggiunge a quella in prestito di Albizua al Tenerife) ha portato una pioggia di milioni nelle casse basche, una parte dei quali potrebbe essere utilizzata per puntare con più decisione a Monreal, terzino sinistro dell’Arsenal e nel giro della nazionale.

Atletico Madrid

I campioni di Spagna sono nel pieno di una rivoluzione che rinnoverà profondamente l’organico a disposizione di Simeone. I cambi partono in porta: via Courtois (fine prestito al Chelsea) e Aranzubia (scadenza di contratto), ufficiali gli arrivi di Moya (simbolo negli ultimi anni del Getafe) e soprattutto Oblak (circa 20 milioni versati al Benfica per il giovane prodigio sloveno). Per ora i colchoneros stanno così ribattendo colpo su colpo alle importanti cessioni di quest’estate: Filipe L uis (20 milioni dal Chelsea) è stato sostituito da Siqueira (10 “kilos” al Granada, scorsa stagione al Benfica in prestito), Diego Costa (altri 40 milioni dal Chelsea di Mourinho) da Mario Mandzukic (poco più della metà versati al Bayern Monaco).

David Villa, sbarcato in MLS con la maglia del New York City, nelle intenzioni di Simeone sarà rimpiazzato da Baptistao, al rientro dal prestito al Betis. E’ stato preso, per 7.5 milioni, anche il giovane Correa, punta argentina (19 anni) del San Lorenzo; rientrano dai prestiti il francese Guilavogui (difficilmente sarà confermato) e Saul dal Rayo. L’Atletico vede partire anche Tiago (possibile il rinnovo prestito dal Chelsea), Sosa (FP, Metalist), Diego (Fenerbahce), il gioiellino Oliver Torres (prestito, Porto) e Adrian Lopez (ancora Porto, cessione definitiva), oltre a Ruben Perez, protagonista di una buona annata con l’Elche e girato al Torino. Insomma, il mercato riserverà ancora parecchi arrivi: l’obiettivo numero uno è Gaitan, ala argentina del Benfica, ma nello stesso ruolo stanno salendo le quotazioni di Callejon (20 milioni offerti, e rifiutati, al Napoli). Badelj (Amburgo) e Tino Costa (Spartak Mosca) altri nomi che circolano con insistenza al Calderon.

Barcellona

Grandi manovre anche al Camp Nou, a partire dal cambio in panchina: Luis Enrique torna in Catalogna, saluta dopo una stagione semi-disastrosa il “Tata” Martino. La rifondazione blaugrana passa anche attraverso il ritiro di Puyol, l’addio di Valdes in scadenza di contratto, quello di Fabregas (circa 35 milioni dal Chelsea) e di Alexis Sanchez (40 dall’Arsenal). Salutano anche Pinto e Isaac Cuenca (fine contratto) e Tello, acquistato dal Porto. La pioggia di milioni ha così permesso un mercato fino ad oggi sontuoso in entrata: i nuovi portieri saranno il tedesco ter Stegen e Bravo, a centrocampo (in attesa di schiarite sul fronte Xavi) arriva Rakitic dal Siviglia per circa 20 milioni. Ma il colpo dell’anno è ovviamente Luis Suarez, per il quale i catalani hanno sborsato quasi 80 milioni per prelevarlo dal Liverpool. Rafinha e Deulofeu, al rientro dai prestiti al Celta e Everton, saranno di certo due pedine preziose per Luis Enrique che, comunque, continua a chiedere un centrale alla dirigenza. I nomi sono i soliti: Marquinhos, Benatia, Laporte, Mathieu, Miranda.

Celta Vigo

Berizzo, cinque anni da calciatore in Galizia, torna al Celta da allenatore per sostituire Luis Enrique. L’argentino ha appena vinto il primo titolo nella storia dell’ O’Higgins (Cile) e proprio dagli andini porta con sé il trequartista Pablo Hernandez, 27 anni e nel giro della nazionale di Sampaoli. A parametro zero è stato ingaggiato anche l’ex Cagliari Larrivey, lo scorso anno al Rayo, mentre dal Barça B arrivano Planas e Sergi Gomez per rinforzare la difesa. Hernandez sostituirà ovviamente Rafinha, tornato al Barcellona, così come il ruolo del ritirato Bermejo in rosa verrà preso da Larrivey. Ceduti anche Inigo Lopez (Paok) e Samuel Llorca al Valladolid da dove potrebbe arrivare il centrale difensivo Marc Valiente. Besic, giovane difensore bosniaco del Ferencvaros, è un altro obiettivo dei galiziani.

 

 

About Alfonso Alfano 1754 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.