Offerte dall’Europa per l’iraniano Pouladi

Dopo l’eliminazione dal mondiale brasiliano, il difensore iraniano Mehrdad Pouladi è rientrato in patria come molti dei suoi compagni. Adesso forse dovrà fare nuovamente le valigie: questa volta non per andare in Brasile, ma nel Vecchio Continente.

 

CHI E’ POULADI

Pouladi finora ha militato solamente in club iraniani, giocando a sinistra nel ruolo di terzino o ala; ha esordito nel campionato professionistico iraniano a 19 anni nella squadra del Paykan Tehran. Ha disputato le ultime tre stagioni nel Persepolis Tehran: per buona parte dell’ultimo campionato è stato fermo a causa di un infortunio al piede destro.
Ha ricevuto la sua prima convocazione in nazionale nel 2011, sotto la guida di Carlos Queiroz, e ne ha fatto parte regolarmente durante le qualificazioni al mondiale brasiliano, prima dell’infortunio. Tornato titolare dopo il forfait di Hashem Beikzadeh in amichevole contro il Montenegro, in Brasile ha affrontato Nigeria, Argentina e Bosnia-Erzegovina. Con il punteggio di 9.7, si è classificato al secondo posto della classifica FIFA sui migliori giocatori dopo la prima partita della fase a gironi, alle spalle del tedesco Thomas Muller.

 

CONTATTI EUROPEI

Secondo l’agenzia iraniana Fars News, il 27enne terzino del Persepolis Tehran ha ricevuto delle offerte da tre club europei, che al momento non sono stati ancora svelati. Il giocatore ha avuto i primi contatti al termine della fase a gironi, finché le trattative non sono iniziate ufficialmente con il suo procuratore. Dato che il mondiale non è ancora finito e siamo nel pieno del mercato, si prevede che la prossima settimana si saprà la destinazione definitiva. D’altra parte il giocatore con ogni probabilità partirà per l’Europa nei giorni a venire.

Intervistato al riguardo, il diretto interessato ha dichiarato a Fars News: «La mia priorità è giocare all’estero. Se volessi giocare in Iran, continuerei a farlo nel Persepolis».

 

About Saman Javadi 95 Articoli
Saman Javadi was born in Italy. He always loved Iran and Italy, from history to cuisine, and speaks both languages.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.