Iran-Nigeria, le pagelle degli iraniani

Alireza Haghighi – Dopo aver soffiato il posto da titolare a scapito di Ahmadi, ha mostrato sicurezza all’esordio mondiale anche grazie ai suoi compagni in difesa. Unico errore il ritardo sulla punizione di Musa al 30′, salvato in corner: 6

S. Jalal Hosseini – Ha dovuto affrontare giocatori più forti rispetto ai soliti avversari, uscendone bene nonostante sia reduce da un infortunio: 6,5

Amir Hossein Sadeghi – Una prova da difensore vecchio stampo, pronto a spazzare lontano. Alla fine del primo tempo è stato fortunato, visto che l’arbitro non ha visto il suo tocco di braccio in area. 6

Pejman Montazeri – Confermata la buona intesa con Hosseini, ha provato a far uscire l’Iran dalla propria metà campo portandosi in avanti. 6

Mehrdad Pouladi – Sostituisce l’infortunato Beikzadeh, e si rivela determinante per salvare la porta di Haghighi: è lui che respinge il doppio attacco Musa-Onazi a inizio partita, ed è sempre lui ad anticipare i nigeriani su calcio d’angolo:  7

Khosro Heydari – Ha corso più indietro che in avanti, trasformandosi in un quinto difensore a danno del suo ruolo di ala destra. Probabilmente doveva essere sostituito prima, data la stanchezza. 5,5

Javad Nekounam – Instancabile in fase difensiva, il capitano dell’Iran ha dovuto mostrare più fisico che testa, trattenendo spesso l’Iran a centrocampo: 6

Andranik Teymourian – Contro gli africani è stato costretto spesso ai falli, e Vera Carlos se ne è accorto mostrandogli un cartellino giallo. Uno dei pochi a provare il tiro in porta: 6,5

Ashkan Dejagah – Ha giocato nell’insolita veste di mediano, supportando Nekounam e Teymourian davanti alla difesa. Se l’Iran ha superato la propria metà campo è stato grazie a lui: 6,5

Ehsan Hajsafi – Partito titolare come esterno sinistro, ha sofferto spesso le sgroppate di Onazi e Moses: 5

Reza Ghoochannejhad – Unica punta dell’Iran anche in questa partita, soffre la penuria di azioni di attacco dei propri compagni di squadra. Suo il pericoloso colpo di testa che costringe Enyeama a una grande parata: 6

Alireza Jahanbakhsh – Sostituisce Dejagah per svegliare l’attacco iraniano. Corre e impegna Enyeama, ma la squadra rimane comunque sulla difensiva: 6

Masoud Shojaei – Entra al posto di Heydari negli ultimi minuti, per far rifiatare la squadra e assaporare la partecipazione al suo secondo mondiale. N.G.

About Saman Javadi 95 Articoli
Saman Javadi was born in Italy. He always loved Iran and Italy, from history to cuisine, and speaks both languages.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.