Chelsea-Norwich 0-0: i Canarini sperano, i Blues no

Il Norwich è alla disperata ricerca di punti per tenere vive le speranze di salvezza, la clamorosa vittoria del Sunderland ieri all’Old Trafford ha inguaiato i Canarini che quest’oggi trovano sul proprio cammino il Chelsea di Mourinho. Tutto un altro campionato quello dei Blues, che devono vincere per continuare a inseguire il titolo. Mou manda in panchina Hazard, c’è però Schurrle ed è lui l’uomo più pericoloso della prima frazione, alla mezz’ora colpisce il palo con un bel tiro che batte Ruddy. Il tedesco non è l’unico a provarci, pure Terry chiama in causa il portiere di testa ma non va. Possesso palla di marca londinese, era prevedibile, manca però quel pizzico di qualità che serve a forzare la difesa. Non tanti guai per il Norwich che al decimo protesta per una caduta in area di Olsson, fa la sua partita ben sapendo che un punticino potrebbe avere il suo peso.

Manca il quid, come abbiamo detto, Mou lo cerca nei piedi di Hazard e Luiz, dentro al posto di Lampard e Salah. In avvio di ripresa il Chelsea si rende pericoloso proprio con David Luiz, che servito da Ivanovic trova un legno clamoroso. E due. Al Norwich questo pareggio strettino anche se tiene aperti i discorsi, la differenza reti è pessima rispetto a quella delle rivali dirette Sunderland e Wba. Bennet entra in qualche modo su Hazard in area, Swarbrick però aveva già fermato il gioco per offside, ancora un rischio enorme per i Canaries. In questa fase si gioca davvero in una sola metà campo ma al 70esimo Snodrass in contropiede, lanciato dal neoentrato Redmond, obbliga Cahill a un recupero che vale gol.

Arriviamo all’ultimo quarto d’ora, si fa largo un certo nervosismo, il Chelsea prova a stringere i tempi: Hazard impegna Ruddy, Torres impreciso sulla ribattuta. Un pareggio che non felice nessuna delle due, a ridere il Manchester City che con una gara in meno può prendere il volo. Tre minuti di recupero, Johnson di testa fa fare un voletto facile a Schwarzer, i Blues cercano l’assedio finale ma ancora una volta le “piccole” fermano le aspirazioni londinesi, il sogno forse finisce qui. Ingenerosi i fischi di Stamford Bridge, zero tituli ma la stagione è positiva senza dubbio. Spera ancora il Norwich, la situazione resta comunque molto complicata.

About Paolo Bardelli 2028 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.