HomeEuropaPohar Ceske Posty : rimonta Sparta Praga, Slavia fuori ai rigori.

Pohar Ceske Posty : rimonta Sparta Praga, Slavia fuori ai rigori.

Published on

Con il match tra Vysocina Jihlava e Viktoria Plzen, giocato mercoledì 9 Aprile, si sono ufficialmente conclusi i quarti di finale di Pohar Ceske Posty, la Coppa Nazionale della Repubblica Ceca.

Nel primo incontro disputato, lo Sparta Praga ribalta l’1-2 rimediato nella gara d’andata contro il Dukla Praga, e si qualifica alle semifinali. I granata chiudono la pratica già nel primo tempo, grazie alla doppietta del goleador David Lafata. Al 34’, l’attaccante nato a České Budějovice sfrutta una disattenzione della difesa del Dukla, sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Dockal, e da pochi passi realizza il gol del vantaggio. 7 minuti più tardi Krejci, al termine di una bella azione corale,  serve proprio Lafata che, a tu per tu con il portiere ospite Rada, realizza il gol del 2 a 0, risultato sulla quale si conclude la prima frazione di gioco. Nella ripresa gli ospiti provano a fare la partita e vanno alla ricerca del gol che riaprirebbe il discorso qualificazione. Al 71’, Matěj Hanousek ha la grossa chance di realizzare il gol dell’1 a 2, ma il suo tiro da pochi passi termina di poco fuori dallo specchio della porta, lasciata sguarnita dall’intervento errato del portiere Cech. Poco dopo Koval entra in area di rigore, al termine di una bella azione personale, e offre al centro una palla d’oro a Marek Hanousek, che calcia a botta sicura, ma l’intervento eccezionale del portiere Marek Cech evita quello che sarebbe stato il gol che, con tutta probabilità, avrebbe portato le due squadre ai calci di rigore. L’incontro termina sul risultato di 2 a 0. Dopo un primo tempo dominato nettamente dallo Sparta, nella seconda frazione di gioco il Dukla Praga, complice il risultato di svantaggio, si è mostrato più propositivo, ma non è riuscito ad approfittare delle due grandi occasioni create. La squadra di Lavicka dovrà affrontare in semifinale il Baumit Jablonec. La squadra biancoverde, nonostante la sconfitta per 1 a 0 rimediata a ritorno, si qualifica grazie alla vittoria per 2 a 0 conquistata nella gara d’andata tra le mura amiche della Chance Arena. Nella gara di ritorno, giocata davanti ai 1297 spettatori presenti al Městský Stadion di Boleslav, il Mlada parte subito forte e dopo 13 minuti passa in vantaggio con un calcio di punizione battuto da Jasmin Scuk, che termina direttamente alle spalle del portiere ospite Vales. La squadra di casa, dopo il gol, continua ad attaccare, andando alla ricerca del secondo gol, che riporterebbe la qualificazione in equilibrio. Al 40’ Chramosta viene servito da Boril, ma il suo tiro termina di poco a lato.  Nella ripresa i biancoazzurri non riescono a rendersi pericolosi fino al  79’ quando, sull’errore del portiere Vales, il neo entrato Magera va vicinissimo al gol con un colpo di testa che sfiora il palo. Da qui più nulla. E dopo 3 minuti di recupero, il direttore di gara decreta la fine del match. Un Mlada stanco e spento non riesce a rimontare lo 0-2 dell’andata ed è costretto ad arrendersi ad un Baumit che vuole a tutti costi difendere la coppa conquistata la scorsa stagione. La squadra di Pavel Hapal ha dimostrato di possedere una buona organizzazione di gioco ed una fase difensiva ben collaudata, che soprattutto nella gara di ritorno, è riuscita ad arginare le offensive del Mlada Boleslav e difendere una qualificazione ipotecata all’andata.

Dopo la vittoria esterna per 1 a 0, conquistata all’Eden Stadion di Praga nella gara di andata, lo Zbrojovka Brno vuole continuare la striscia di risultati utili e conquistare la qualificazione alle semifinali di coppa. Di fronte uno Slavia Praga in crisi, che vuole rialzare la testa dopo le 3 sconfitte consecutive subite fra campionato e coppa. Le due squadre scendono in campo con tante novità dal 1° minuto. Nella squadra di casa sono ben 4 i cambi rispetto alla vittoria per 2 a 1 sul Dukla Praga di campionato: oltre al portiere Hladky, partono dalla panchina anche Butcha, Markovic e Janotka; al loro posto giocano Dolezal, Kostal Malik e Kroupa, che guida l’attacco dell’undici di Kotal. Nello Slavia, fuori i 2 trequartisti Pitàk e Vosahlik per far posto a Prosek e Licka. Nelle prime battute, è le due squadre si studiano. La prima occasione però arriva dopo soli 4 minuti: SIsler recupera palla nella trequarti avversaria e calcia in porta ma il suo tiro termina di poco alto. Al 29’, nuova occasione per i padroni di casa, con un calcio d’angolo battuto da Malik. Il pallone viene deviato prima da Sisler e poi da Kerestes, ma è fondamentale l’intervento di un difensore ospite che devia la palla oltre il palo ed evita il gol dello Zbrojovka. La prima occasione per gli ospiti arriva al 51’ con Gecov che si spinge in avanti, vede il portiere avversario Dolezal fuori dai pali, e tenta di sorprenderlo con un pallonetto, neutralizzato dal numero 1 ospite. 6 minuti più tardi, nuova occasione per lo Zbrojovka con Skalak che tenta la conclusione, deviata in calcio d’angolo da Neves. Al 67’, Kostal colpisce di testa, dal calcio d’angolo battuto da Malik, ma la palla viene salvata sulla linea dalla difesa ospite. E inaspettatamente, all’80’, arriva il gol dello Slavia Praga con un colpo di testa di Milan Skoda. I 90 minuti terminano sullo 0-1, stesso risultato dell’andata, e dunque la qualificazione si decide ai calci di rigore, dove ha la meglio lo Zbrojovka Brno. L’errore decisivo è di Juhar, ipnotizzato dagli undici metri dal portiere di casa Dolezal, che regala ai suoi la qualificazione alle semifinali di Pohar Ceske Posty.

Emozioni a non finire nel match tra Vysocina Jihlava e Viktoria Plzen. La formazione di Dusan Uhrin deve difendere l’1 a 0 conquistato alla Doosan Arena. Le due squadre partono molto bene e dopo 15 minuti arriva il gol che rompe l’equilibrio iniziale: Stanislas Tecl si presenta a tu per tu con il portiere di casa Hanus e realizza il suo 15 gol stagionale tra Gambrinus Liga, Pohar Ceske Posty ed Europa League. 2 minuti più tardi, i padroni di casa vanno vicinissimi al gol con Preucil che sfrutta la disattenzione difensiva di Limbersky e conclude verso la porta. Il suo tiro però centra la traversa della porta difesa da Bolek. Al 32’, il forcing offensivo dei padroni di casa si concretizza con Karlik che, servito da Mesanovic, va alla conclusione. La palla sbatte prima sulla faccia interna del palo e termina la sua corsa in rete. 5 minuti più tardi, il Vysocina completa la rimonta: dopo il lancio verso l’area avversaria di Karlik, Mesanovic viene anticipato dall’intervento con i piedi fuori l’area di rigore del  portiere Bolek. L’attaccante bosniaco è scaltro e dopo aver rubato il pallone all’estremo difensore avversario, realizza a porta vuota il gol del 2 a 1. Dopo l’intervallo, Tecl viene atterrato in area di rigore avversario. Sul dischetto si presenta Kovarik che con freddezza realizza il gol del 2 a 2. Da qui parte l’assalto dei padroni di casa all’area rossoblu. La squadra di Petr Rada ci prova in tutti modi ma Bolek è compie due interventi miracolosi, prima su Kucera al 73’ e poi su Preucil 5 minuti più tardi. Nel primo minuto di recupero arriva la rete inutile, firmata dal terzino sinistro Michal Veprel. L’incontro finisce sul risultato di 3 a 2. Ad affrontare lo Zbrojovka Brno ci sarà l’undici di Uhrin, che si qualifica grazie alle 2 reti realizzate in trasferta.

 

Quarti di Finale – Pohar Ceske Posty

SPARTA PRAGA – DUKLA PRAGA 2-0 (34’ Lafata, 41’ Lafata) [And. 1-2] [2 Aprile, 17.00]
MLADA BOLESLAV – BAUMIT JABLONEC 1-0 (21’ Scuk) [ And. 0-2] [3 Aprile, 18.00]
ZBROJOVKA BRNO– SLAVIA PRAGA 1-1 D.C.R (80’ Skoda) [And. 1-0] [3 Aprile, 18.00]
VYSOCINA JIHLAVA – VIKTORIA PLZEN 3-2 (15’ Tecl, 32’ Karlik,37’ Mesanovic, 50’ Kovarik, 90’ Veprek) [And. 0-1] [9 Aprile, 18.00]

 

Semifinali – Pohar Ceske Posty [And. 30-04-14, Rit. 16-05-14]

SPARTA PRAGA – BAUMIT JABLONEC
ZBROJOVKA BRNO – VIKTORIA PLZEN

(foto tratta da isport.blesk.cz)

Latest articles

La situazione nei principali campionati europei

Ormai da più di un mese è terminato il campionato del mondo e tutti...

Statistiche e gare del Mondiale in Qatar 2022

Il Mondiale in Qatar 2022 rappresenta qualcosa di nuovo, da un punto di vista...

Unai Emery lascia il timone del Sottomarino Giallo e soccorre l’Aston Villa

La notizia che non t’aspetti, di quelle che smuovono la cronaca sportiva e non...

Real Madrid 3 Barcellona 1, le pagelle: I blancos di Ancelotti affondano i blaugrana

Andiamo a vedere le pagelle di questo primo Clasico stagionale che consegna la testa...

Il Benfica trionfa sul Boavista 3-0

Sabato 27 agosto il Boavista ospita al Bessa il Benfica per la 4° giornata...

Work in progress per il mercato dei calciatori in Europa

C’è fermento nel calciomercato europeo. Molti colpi sono già stati messi a segno dai...

Viaggio al Estadio de la Céramica di Villareal

Il clima a Valencia è ideale: soleggiato e leggermente ventilato. Abbiamo appuntamento con Besmir...

Al Real Madrid la Supercoppa di Spagna. E Carletto Ancelotti fa 21.

Pur essendo giunto secondo nel campionato di Primera Division 2020/2021, il Real Madrid si...

More like this

Belgio, Club Brugge ripreso nel recupero dallo Standard

Finisce 1-1 lo scontro al vertice della nona giornata di Jupiler League, in Belgio:...

Il leone torna a V-Ibra-Re

Il corpo umano è una macchina complessa che esplora i suoi limiti congiuntamente al...

Coronavirus: cosa sta succedendo negli altri campionati

Se è vero che ogni paese sta affrontando l'attuale crisi sanitaria ed economica in...