Manchester United-Bayern Monaco, le pagelle

MANCHESTER UNITED-BAYERN MONACO 1-1, I PROMOSSI

Vidic – Riecco la colonna della difesa, giusto in tempo per alimentare i rimpianti prima di andarsene. Non un granché nell’ultimo periodo, ma stasera ha regalato forse la miglior prestazione di tutta l’annata. Contraerea, nulla di quello che solca il cielo gli sfugge. E’ lui a portare in vantaggio gli inglesi. I tifosi dell’Inter stasera saranno contenti.

Giggs – Non sarà più un fulmine, ma per riportare il sereno nella nebulosa mediana rossa serve il suo piede. Per chi se la fosse persa, un’occhiata a questa immagine spiega più di mille parole quanto sia straordinario il gallese.
Giggs

Mandzukic – Il suo ingresso cambia la gara. Dona ai bavaresi la profondità che mancava, Guardiola fa bene a togliere lo spento Müller, ma forse poteva provvedere anche un po’ prima. La sponda che porta al gol del pari mostra tutta l’intelligenza del croato. Per entrare in partita gli è servito un attimo, Pep fallo giocare.

Schweinsteiger – Non si ferma mai, non lo fermi mai. Fellaini lo guarda, lui fa quel che gli pare. Da vedere e rivedere il suo gol, roba pazzesca. Un missile che si abbatte sul povero Manchester United, che di problemi ne ha già parecchi. La sua gara finisce in anticipo, entrata sicuramente da evitare la sua ma la colpa va divisa con Rooney come vedremo tra un po’…

Javi Martínez – Cosa si può comprare con 40 milioni di euro? Praticamente tutto. Molti di noi comprerebbero varie case, auto da sogno e farebbero vita da nababbi, magari in qualche paradiso tropicale. Il Bayern invece ha deciso di investire in sicurezza. Sì, perché nonostante la cifra spesa faccia storcere il naso lo spagnolo c’è sempre. E’ lì dove serve, magari non lo vedi tanto ma sai che su di lui puoi contare. Sempre. Tiene a bada Welbeck, contiene e lavora nell’ombra. Unica macchia l’ammonizione che gli farà saltare la gara di ritorno.

Moyes – Un extra per il tecnico, che nonostante stia vivendo mesi difficilissimi mette in campo uno United finalmente degno di questo nome e trova il tempo per una selfie con un giovane tifoso. Cheeeeese.

Selfie

 

MANCHESTER UNITED-BAYERN MONACO 1-1, I BOCCIATI

Rooney – Un voto non alla prestazione, fatta come al solito di un mix di qualità e quantità che solo lui sa offrire, finisce tra i bocciati per il tuffetto che costa a Schweinsteiger il secondo cartellino. Non è da considerare un errore del signor Velasco, a velocità normale il fallo sembra esserci tutto. E meno male che i calciatori inglesi non si tuffano mai… Solo una tirata d’orecchie per il fuoriclasse inglese, che pure stasera ci ha fatto vedere cose bellissime, consideriamola una piccola nota sul registro.

Fellaini – “Che ci faccio qua?” Sembra domandarselo da inizio stagione il belga, oggetto misterioso del centrocampo United. Serataccia per lui, ma non è una novità, dopo tre minuti perde un pallone che grida vendetta. Sulla rete del pareggio è troppo morbido sull’uomo. Qualcosa fa, ma è davvero troppo poco per giustificare la sua presenza in campo. Speriamo che la vacanzina in Brasile gli faccia bene.

Ferdinand – Fa tutto Vidic, a lui resterebbe il compito di impostare ma lo svolge malissimo regalando sistematicamente la palla agli avversari con lanci senza senso. Mandzukic lo sfida sul piano fisico e sappiamo tutti come è andata a finire. Offra da bere una birra al suo compagno di reparto, se la merita.

Müller – Probabilmente aveva un impegno galante e non vedeva l’ora di lasciare l’Old Trafford per correre da qualche bella. Questa l’unica spiegazione per una prova che definire evanescente sarebbe un eufemismo. Dopo un’oretta di niente Guardiola lo lascia andare in libera uscita. Speriamo per lui che abbia fatto colpo, in campo non ha lasciato tracce.

Questo giornalista – Si gioca Manchester United-Bayern Monaco, sfida epica e ricca di storia, una sorta di ultima spiaggia per i Red Devils. Emozioni che valgono il prezzo del biglietto, ma evidentemente a chi non l’ha pagato non importa granché. In campo le squadre danno battaglia e questo signore in tribuna stampa guarda foto di cagnolini e fa il cruciverba.

Giornalista

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.