Croazia: Cesarec e Misic stendono la Dinamo, l’Hajduk torna alla vittoria

 

Il 28° turno in Croazia ci regala una grossa sorpresa al Gradski Vrt  di Osijek, dove i padroni di casa hanno la meglio sui pluricampioni nazionali della Dinamo. La squadra che un tempo fu di Suker lascia il comando del gioco agli ospiti, riuscendo però a sfruttare al meglio le ripartenze da cui nascono i gol dell’esperto Cesarec (ex di Aris e Asteras). Nella mezz’ora finale la Dinamo preme sull’acceleratore e trova in 5 minuti il pareggio grazie al cileno Fernandes e a Cop. Quando in molti si aspettavano un altro gol della capolista, ecco che all’89’ Misic trova il gol vittoria con un colpo di testa a pochi metri da Jezina. Con i due assist per Cesarec ed il gol vittoria nei minuti finali, il classe ’94 Josip Misic è l’assoluto protagonista della vittoria dei padroni di casa, che con questo risultato fanno un doppio salto in avanti classifica scansandosi dall’ultimo posto.

Alle spalle della Dinamo si conferma in seconda posizione il Rijeka della famiglia Volpi (già proprietaria del La Spezia e della Pro Recco di pallanuoto), che per la terza volta nel giro di 10 giorni supera l’Istra 1961. Il gol dal dischetto del “Crouch croato”, Krstanovic, regala ai fiumani la quinta vittoria consecutiva in campionato. Rijeka che nel corso della settimana si è guadagnato, sempre ai danni dell’Istra, la finale di coppa nazionale dove troverà la Dinamo per una sfida che si preannuncia tutt’altro che scontata.

Dopo un periodo difficile, culminato nella sconfitta nel Derby Eterno contro la Dinamo, ritrova la vittoria l’Hajduk di Tudor. A trovare il primo gol con la maglia degli spalatini è l’ariete uzbeko Abukholikov, arrivato a parametro zero dal Pakhtakor nel mercato di gennaio. Conferma l’ottimo momento di forma Anton Maglica, con la doppietta allo Zadar sono infatti 11 le reti in Prva HNL dell’ex Osijek. La squadra guidata dall’ex giocatore della Juve affronterà domenica prossima il Rijeka nel Derby dell’Adriatico, sfida decisiva per la lotta al secondo posto.

Con la conferma che la finale di coppa croata sarà Dinamo-Rijeka si è accesa ancor di più la lotta per la quarta piazza, ultimo posto utile per i preliminari di Europa League. A contenderselo troviamo lo Split a 44 punti, che vince nei minuti finali a Koprivnica, e la Lokomotiva a 43, che ha la meglio sul Hrvatski Dragovoljac in uno dei tanti derby della capitale. Resta apertissima la lotta per la salvezza con il Dragovoljac ultimo a 16 punti (retrocessione diretta), Slaven Belupo nono a 18 (play-out con seconda della Druga HNL) e Osijek ottavo a 19 (salvezza).

Sale in testa alla classifica marcatori Duje Cop (17) che stacca la punta del Rijeka Kramaric fermo a 16 reti. Oltre a giocarsi il titolo di capocannonieri, i due giovani sono osservati speciali di Niko Kovac, che potrebbe decidere di pescare dal campionato croato la quinta punta per il Mondiale.

Risultati 28a giornata:
Hajduk Split 3 – 1 Zadar (Abdukholikov, 2 Maglica/ Tadic)
Lokomotiva Zagreb 2 – 1 Hrvatski Dragovoljac (Situm, Budimir/ Bacelic-Grgic)
Osijek 3 – 2 Dinamo Zagreb (2 Cesarec, Misic/ Fernandes, Cop)
Istra 1961 0 – 1 Rijeka (Krstanovic)
Slaven Belupo 1 – 2 Split (Vugrinec / Glavina, Glumac)

Classifica: Dinamo 65, Rijeka 57, Hajduk 55, Split 44, Lokomotiva 43, Istra 1961 36, Zadar 32, Osijek 19, Slaven Belupo 18, Hrvatski Dragovoljac 16.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.