West Ham – Manchester United 0-2: un Rooney superlativo stende gli Hammers

Il Manchester United deve rispondere all’Everton per aspirare ad un piazzamento in Europa League. Gli uomini di Moyes arrivano alla sfida insidiosa contro il West Ham United dopo l’impresa in casa contro l’Olympiakos, ottenuta grazie alla tripletta di Van Persie. L’olandese, purtroppo,  starà fuori dai campi per almeno un mese per problemi al ginocchio. La sfida contro i greci ha visto i Red Devils con finalmente un’identità di gioco, seppur a sprazzi, ed un De Gea prodigioso. La compagine di “Big Sam” Allardyce è un ostacolo impegnativo, soprattutto a livello fisico, ma che può dare il via ad una striscia di vittorie di cui Moyes ha disperatamente bisogno. L’Upton Park vede gli Hammers schierarsi con il consueto 4-2-3-1, con Carroll attaccante boa e Diame adattato ad ala destra. Il tecnico dello United effettua del turn-over in vista del derby contro il City di martedì prossimo: Büttner al posto di Evra, Carrick in posizione di difensore centrale, Fletcher in mezzo al campo al posto di Giggs (tribuna) e Kagawa ala sinistra.

La prima frazione di gioco si apre con un salvataggio di Carroll su colpo di testa di Fellaini. L’episodio che apre il match, e diverrà celebre nel panorama calcistico internazionale, arriva al 8′ minuto: Rooney elude con il corpo l’intervento di Tomkins e  s’inventa una conclusione da centrocampo che sorprende Adrian. Rete da cineteca per Wayne Rooney sotto gli occhi di David Beckham: United in vantaggio. Il West Ham cerca il pareggio con una serie di palloni scodellati in area per Carroll, specialista di testa. Ogni calcio piazzato per gli Hammers è un’occasione da goal visto la timidezza nelle uscite da parte dello spagnolo De Gea. Corazzata invidiabile quella del West Ham sulle palle ferme, tuttavia lo United replica al 33′: Young crossa in mezzo dalla destra, uno svarione difensivo favorisce il tocco da distanza ravvicinata di Rooney, che sigla la doppietta personale. Il primo tempo si chiude con il doppio vantaggio dei Red Devils e un Moyes relativamente tranquillo.

Nel secondo tempo il West Ham arriva più difficilmente sul fondo, Sam Allardyce, non soddisfatto, sprona i suoi con l’ingresso di Jarvis e Carlton Cole. I due sostituti non incidono sull’economia del match e gli Hammers sbilanciati in avanti offrono il fianco ai contropiedi avversari. Le sostituzioni conservative di Rooney e Mata concedono minuti a Welback e Hernandez. Lo stesso messicano va vicino al vantaggio, ma il pallone di Kagawa non è preciso nel suggerimento. Nocerino, subentrato a gara in corso, ferma irregolarmente Fellaini nel finale di partita all’interno dell’area di rigore del West Ham, ma il direttore di gara lascia giocare. Il risultato finale non cambia: West Ham United-Manchester United 0-2.

Le note positive per i Red Devils  sono state diverse: la difesa ha gestito con personalità le situazioni spinose da calcio da fermo e il resto della squadra ha dimostrato buona coesione. Rooney entra sempre più nell’Olimpo del calcio con una rete da fenomeno, qual’è il ragazzo di Liverpool. Il West Ham deve ancora lavorare per ottenere una sicura salvezza, ma i presupposti non mancano per i ragazzi di Upton Park.

 

About Edoardo Battaglion 224 Articoli
Sono nato nella provincia di Treviso nel 1993, ma ho origini olandesi. Sono laureato in Filologia Moderna e Medievale, inoltre attualmente risiedo in Polonia. Sin da bambino il calcio ha esercitato un’enorme influenza sulla mia vita ed è una vivida passione che occupa le mie giornate. Il mio cuore batte per la nazionale olandese ed il NAC Breda. Mi divertono molto i gatti parlanti, la cosmogonia e le birre artigianali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.