NAC Breda-Ajax 0-0: un NAC ispirato ferma i Lancieri

L’Ajax di Frank De Boer è ospite del NAC Breda nel 28° turno di Eredivisie. Le due squadre arrivano alla sfida sicuramente non soddisfatte per la giornata precedente. Gli Ajaced si sono fatti fermare dal modesto sc Cambuur ed hanno dato uno spiraglio d’azione alle contendenti al titolo, mentre il NAC di Nebojsa Gudelj è stato sconfitto fra le mura amiche dal Vitesse in mezzo a mille polemiche per il mancato fair-play dimostrato dalle aquile di Arnhem. Incredibilmente la KNVB non ha sanzionato il dito medio di Jelle ten Rouwelaar, estremo difensore dei gialloneri, esposto in belle vista ai danni del capitano del Vitesse Kashia. Il tecnico Gudelj è costretto agli straordinari per ridisegnare una squadra martoriata dagli infortuni, in mediana vengono inseriti Gil Swerts, protagonista di una stagione disastrosa, e Kees Kwakman, apparso in calo rispetto all’inizio del campionato. L’Ajax scende in campo con la sua formazione tipo, viene lasciato in panchina il deludente Bojan e viene confermato il giovane Kishna. La prima frazione di gioco vede l’Ajax impadronirsi del terreno di gioco, sfortunatamente alla prima occasioni per gli uomini di De Boer il capitano degli Ajaced si infortuna, noie di matrice muscolare per il numero 10 biancorosso. L’Ajax si brucia così un cambio ed entra Sigthorsson, chiamato a riscattare una stagione pessima e poco convincente. Gli Ajaced cercano più volte di infrangere la barriera difensiva dei padroni di casa, ma le sortite sbattono contro il muro dei gialloneri. Il NAC difende con estremo ordine e compattezza, ripartendo pericolosamente. De Roover sfiora il clamoroso vantaggio per i padroni di casa con una percussione favolosa: salta con un delizioso sombrero Moisander, conclude due volte a rete, ma Cillessen con grande abilità salva i suoi. Il portiere degli Ajaced ha dimostrato nell’arco di tutta la stagione il perché del suo posto titolare negli Oranje e questo doppio intervento ne è la controprova. L’Ajax sfiora ad una manciata di minuti dal termine del primo tempo il vantaggio: prima Sightorsson si vede salvare sulla linea un pallone destinato in rete, successivamente Klaassen sugli sviluppi del successivo calcio d’angolo non inquadra la porta di testa. La prima frazione di gioco si chiude in parità.

La ripresa palesa i problemini di stanchezza e poca incisività che hanno caratterizzato l’Ajax delle ultime uscite. Tutti i tentativi degli ospiti si infrangono sulla muraglia giallonera. Le conclusioni da parte dei biancorossi non spaventano ten Rouwelaar. Il NAC Breda va vicinissimo al vantaggio a pochi minuti al termine con una azione in contropiede di Elson Hooi: l’esterno si invola sulla fascia, vince un rimpallo con Moisander, ma la sua conclusione viene contratta da Veltman. Miracoloso l’intervento del centrale olandese, una delle tante scoperte di questa stagione. La partita termina sul risultato di 0 – 0.

Il punto accontenta il NAC Breda impegnato nella lotta salvezza, mentre l’Ajax deve ringraziare il PSV vittorioso ad Arnhem per non doversi preoccupare della pratica scudetto. I padroni di casa hanno giocato una partita eccellente, Uros Matic ha sorpreso tutti con le sue geometrie e la sua fase d’interdizione. Nell’Ajax il più positivo è stato Serero, mentre da bocciare la prestazione del reparto avanzato. De Boer e i pilastri della squadra sembrano con la testa al futuro, chi giocherà il mondiale e chi è già in partenza verso altri lidi.

About Edoardo Battaglion 224 Articoli
Sono nato nella provincia di Treviso nel 1993, ma ho origini olandesi. Sono laureato in Filologia Moderna e Medievale, inoltre attualmente risiedo in Polonia. Sin da bambino il calcio ha esercitato un’enorme influenza sulla mia vita ed è una vivida passione che occupa le mie giornate. Il mio cuore batte per la nazionale olandese ed il NAC Breda. Mi divertono molto i gatti parlanti, la cosmogonia e le birre artigianali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.