Hertha Berlino-Friburgo 0-0: pareggio inutile per entrambe

Hertha Berlino-Friburgo termina a reti bianche. Il Friburgo rimane così impantanato nelle ultime due posizioni mentre l’Alte Dame spreca l’opportunità di entrare tra le top 6 della Bundesliga.

Il match non ha di certo entusiasmato e di conseguenza le occasioni non sono fioccate. Per gli ospiti il più pericoloso è stato l’attaccante di origini macedoni Admir Mehmedi; Adrian Ramos, per l’Hertha, ha sfiorato in due circostanze il gol del vantaggio. In generale, le due formazioni non hanno dato l’impressione di voler dare l’accelerata decisiva, anzi il pareggio è sembrato, sin dalle prime battute, il risultato preferito ad entrambe.

Sami Allagui, dopo pochi secondi dal fischio d’inizio, va vicino alla marcatura con un tiro improvviso che lambisce il palo alla destra del portiere.
Il Friburgo, che ha disputato ovviamente una partita prettamente difensiva, impensierisce per la prima volta Kraft all’ottavo con Mehmedi che ci prova dal limite dell’area senza successo.
Poco dopo, Kraft nega nuovamente a Mehmedi la gioia del gol ma comunque l’attaccante era in posizione di fuorigioco.
Intorno alla fine della prima frazione, Mehmedi e Ndjeng, rispettivamente per Friburgo ed Hertha, falliscono clamorosamente l’appuntamento con la rete e il risultato rimane in parità.

Nella ripresa, è ancora Mehmedi, con un colpo di testa che sorvola la traversa, a rendersi pericoloso.
Per i padroni di casa è il colombiano Ramos l’artefice delle due principali sortite offensive: prima con un tiro ravvicinato che Baumann respinge sopra la traversa con un gran riflesso; poi il portiere ospite conserva il prezioso punto per il Friburgo con un altro buon salvataggio.

Il punto, probabilmente, non serve a nessuno ma ad essere più soddisfatto è sicuramente il Friburgo poiché per lo meno non esce sconfitto dalla trasferta nella capitale. Mugugnano, invece, i tifosi berlinesi dell’Hertha per la terza partita di fila senza trionfo.

COPY CODE SNIPPET
About Alex Alija Cizmic 234 Articoli
21enne perennemente indeciso sulla strada da seguire. Marchigiano di origini bosniache e innamorato del Sudamerica, amo definirmi cittadino del mondo. Da poco ho conosciuto la passione per il giornalismo calcistico che mi ha folgorato... Sudamerica es mi pasión, Argentina es mi nación!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.