Campionati Statali di Brasile: vola il Palmeiras, ancora problemi per il São Paulo; torna a vincere il Vasco

PAULISTA – Partiamo dagli anticipi di questa 9/a giornata con il Rio Claro che spazza via nientemeno che il Botafogo SP portandosi così alle spalle del Palmeiras nel Gruppo D: ad aprire le danze il giovane Robson su assist di Patrik Silva – autore anche del passaggio vincente che porterà alla seconda rete del Rio -, poi seguito da Andre Luiz e, infine, dal calcio piazzato di Rafael Costa che spegne le speranze riaccese nel Botafogo grazie alla rete di Hudson al 59′. C’è un nuovo Cafu in terra verdeoro, non già terzino, si tratta di un attaccante, ma le capacità tecniche e atletiche non sembrano mancargli; stiamo parlando del giovane ‘pendolino’ che trascina il Piracicaba ad agguantare il pari – dopo il gol di Elanardo su rigore per il Mogi Mirim – grazie a una fantastica progressione in slalom fra gli avversarsi e conclusasi con l’assist per Breitner che evita il portiere e deposita in rete – un nuovo Cafu paradossalmente in campo accanto e contro il vecchio Rivaldo che prova, nei minuti finali, ad aiutare il figliol prodigo classe ’95 Rivaldinho. Ancora un giovane, Didi, che decide il match fra l’Audax e il Bragantino regalando col suo tap-in vincente la vittoria e nuove speranze ai padroni di casa.

Il Penapolense ci ha preso gusto e non sembra voler smettere di vincere, 5 centri su 5, neanche il Santos in grado di fermarlo e un’altra vittima che risponde al nome di Portuguesa; e se le due marcature di Douglas Tanque prima e di Liel poi hanno un che di fortunoso per le deviazioni dei difensori avversari, il Portuguesa è riuscito a trovare il gol solo grazie all’autorete di Jailton. Il Ponte Preta, dopo due ko, fa scudo con la propria tifoseria e torna alla vittoria grazie alla rete di Bruno Silva, e sull’1-0 si chiude anche PalmeirasItuano, con gli ospiti che falliscono l’ardua impresa di mettere in difficoltà probabilmente la squadra più in forma di questo Paulista 2014 ma che mantengono comunque il secondo posto nel Gruppo B: lo spartito è ad una sola voce, quella del Verdão che spinge e ci prova in tutti i modi a bloccarla, poi arriva il doppio cartellino per Dener a semplificare ulteriormente la vita ai padroni di casa e, infine, quasi allo scadere, ci pensa il solito Alan Kardec – poi espulso in pieno recupero insieme al nervoso Caucaia – ad addomesticare il cross di Juninho e scaraventare il rete la sfera. Si rialza, invece, il Corinthians che riesce a ritrovare la vittoria in casa dell’Oeste grazie alle reti di Romarinho e Jadson, uomo partita del match con assist e gol.

Veniamo, infine, al match di chiusura, quello fra il São Bernardo e il São Paulo che ha visto le due formazioni impattare sull’1-1 grazie ai gol di Pereyra – favorito dalla deviazione spiazzante de difensore avversario – e di Marino che sfrutta a dovere la bella progressione di Gil. Un punto che non può che lasciare ad entrambe le squadre un po’ di amaro in bocca: il Tricolor do São Paulo dovrà, infatti, guardarsi le spalle dal Linense, mentre i padroni di casa non riescono a tenersi a galla nella zona vip del Gruppo C, dove il secondo gradino è ora occupato – seppur con gli stessi punti – dal Ponte Preta.

CARIOCA – Il Carioca si apre con il Vasco che va a prendersi i 3 punti in casa del Bangu, non impresa da poco per come si erano messe le cose nel corso della prima frazione di gioco, con i padroni di casa dotati di spirito battagliero e che in più occasioni si sono adoperati – quasi sempre con Rodrigo Pinho – per trovare il gol; nel Vasco le redini sono tenute da Douglas che spesso prova ad innescare Everton Costa non fortunato nel concludere, poi, nella ripresa, è il momento del giovanissimo Thalles che si dimostra ancora una volta talento puro spizzando il cross lungo del compagno e portando in vantaggio la propria squadra. Passano neanche dieci minuti e arriva puntuale il raddoppio con un altro giovane subentrato a partita in corso, si tratta dell’ex All Boys Montoya che riceve palla, si smarca entrando in area e lascia partire un tiro forte e preciso sul primo palo; è festa grande per il Bacalhau.

Il Duque de Caxias, trascinato dalla doppietta di Janderson Baiano, ottiene la sua prima vittoria nientemeno che in casa del Resende – 1-3 il risultato finale – che, dopo una partenza sprint sta pian piano perdendo sempre più quota; 3 punti anche per il Friburguense – salvato da Ziquinha all’89’ -, per l’Audax Rio – che fa 2-1 contro il Boavista – e per il Cabofriense che recupera così la terza posizione, mentre non va oltre l’1-1 il Botafogo contro il Volta Redonda: il rigore trasformato da Wagner non basta a portare a casa l’intera posta in palio e la vetta della classifica torna ad allontanarsi.

Bene anche il Fluminense che ritrova il suo Fred preferito, è proprio l’attaccante tricolor a regalare, in casa del Macaé, l’ennesima vittoria consecutiva ai suoi. Non molla la presa, però, neanche il Flamengo che sbanca per 2-0 contro il Madureira; e se il primo gol scaturisce dall’autorete di Leozão, la marcatura che chiude il match è tutta scuola Flamengo con la splendida apertura del giovane Muralha per un altra giovane promessa verdeoro, Negueba, che addomestica la sfera e la piazza con freddezza sul secondo palo.

GAUCHO – Non accennano a rallentare nel Gaucho né l‘Internacional – 2-1 contro la Juventude grazie alle reti di Rafael Moura e Aranguiz – né, tantomeno, il Grêmio che, passato in vantaggio al 18′ con Ze Roberto, si vede scavalcare in pochi minuti dall’1-2 del Caxias targato Madureira-Baiano e deve ringraziare il solito Barcos che firma una doppietta e porta a casa i 3 punti. Nella serata di mercoledì torna a vincere anche il Cruzeiro in casa del Novo Hamburgo, con quest’ultimo scavalcato dal Passo Fundo, impostosi per 3-2 sul Pelotas. Bene anche São José e Veranopolis che ottengono la vittoria rispettivamente contro l’Aimoré e il Lajeadense, mentre impattano sull’1-1 São Paulo e São Luiz; passo falso, invece, per il Brasil de Pelotas che esce sconfitto, seppur di misura, nello scontro con l’Esportivo, e, per giunta, proprio fra le mura amiche.

MINEIRO – Veniamo, infine, al Mineirão, dove i pochi gol messi a segno sono tutti targati Belo Horizonte. Inizia l’América nell’anticipo di giornata – disputato la settimana scorsa – con la rete di Obina che mette a tacere l’URT; sempre lo stesso URT è costretto a sobbarcarsi una goleada che ha il sapore di riscatto per l’Atlético Mineiro: apre e chiude il giovane André, nel mezzo c’è spazio per i vari Edcarlos, Michel e Guilherme in una gara decisamente a senso unico e che può forse dare il morale giusto per far ritrovare la retta via ai ragazzi di Paolo Autuori. Infine, il solito Cruzeiro: 2-0 secco al Guarani, con un gol per tempo, ma sempre del soliti Willian, che permette alla Raposa di non perdere terreno nei confronti delle dirette inseguitrici che, nel frattempo, fanno tutte 0-0.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.