The K point: Arsenal, è l’ennesima dolce illusione?

Illudersi può sempre rivelarsi un’azione a doppio taglio. Da una parte, si ha la dolce sensazione di poter arrivare ovunque, e sull’onda di questo sentimento si tirano fuori cose straordinarie. Dall’altra però, il troppo illudersi puo’ portare a delusioni che bruciano ancor di più del previsto.

C’è per esempio chi, come me, s’illude che il rinchiudersi dentro la Learning Zone dell’università possa far magicamente apparire la voglia di studiare e chi, come l’Arsenal, che forse invece si è illuso troppo presto di poter tirar fuori un’aspettata stagione di successi.

L’ultima settimana di Premier ha lasciato un’amara sensazione tra le fila dei tifosi dei Gunners. Ovvero quella di una squadra che si era finalmente convinta dei propri mezzi (e che proprio grazie a questa presa di coscienza era riuscita a raggiungere ed a conservare la vetta della classifica), ma che adesso convive con la paura di vedere i propri prematuri sogni infranti.

La molla che ha fatto scattare questa improvvisa paura è stata senza dubbio il Liverpool, altra grande squadra che sta vivendo una magica stagione (o forse solo un’altra illusione?). Sabato infatti i Reds hanno letteralmente distrutto l‘Arsenal con un roboante 5 a 1, con 4 dei 5 gol segnati nei primi 20 minuti e con la capolista incapace di dare un segnale di vita.

Per loro fortuna gli uomini di Wenger avevano l’immediata opportunità di riscatto nel turno infrasettimanale contro il Manchester United, grande del calcio inglese che ormai ha perso ogni illusione per questa stagione. A far la partita per l’Arsenal è però stata la paura, il terrore di ripetere la figuraccia con il Liverpool. Chiari segnali di una forse smarrita consapevolezza dei propri mezzi.

E allora il popolo calcistico si domanda: E’ ancora il solito inconcludente Arsenal delle ultime stagioni? Fino ad adesso la risposta, a detta di tutti, era negativa, perché i Gunners avevano dimostrato grande solidità e una maturità che non si vedeva da parecchio dalle parti dell’Emirates. Eppure anche questa potrebbe essere solo una dolce/amara illusione.

La risposta però la darà come sempre il campo, dal momento che l’Arsenal affronterà il mese più importante e impegnativo dell’intera stagione. Non solo ci sarà il doppio confronto con il mastodontico Bayern di Guardiola, ma anche gli scontri diretti con Chelsea, Tottenham e Manchester City.

I Gunners hanno un mese per trasformare i loro sogni in realtà. Attenti a non illudersi troppo però…

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=mVijnMsKzZA[/youtube]

 

About Davide K. Cappelli 51 Articoli
Giornalista Sportivo Brit-It, autore della rubrica "The K point".
Contact: Twitter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.