Manchester United – Fulham 2-2: Bent allo scadere gela Old Trafford e inguaia Moyes

MANCHESTER UNITED FULHAM – La crisi nera del Manchester United sembra non avere fine: tornati ad Old Trafford dopo il Ko a Stoke, i Red Devils si fanno infatti bloccare sul pareggio dal Fulham fanalino di coda ed in netta difficoltà in termini di gioco e risultati.

I Cottagers allenati dall’ex assistente allenatore di Sir Alex Rene Meulensteen, al ritorno davanti al suo vecchio pubblico, schierano una formazione imbottita di difensori, senza in vero e proprio centroboa ma con tanti contropiedisti, come gli ex Tunningcliffe e Rchardson. Moyes risponde con Rooney e Van Persie supportati da Mata e Young, con Januzaj pronto a subentrare dalla panchina.

Il match non è esaltante dal punto di vista del gioco, sono tanti gli errori in disimpegno da parte di uno United che gestisce il possesso palla senza pungere, Fulham tutto dietro la linea della palla pronto a ripartire. La squadra di Moyes non ha un’identità, sono imbarazzanti i cali di concentrazione del pacchetto difensivo casalingo, ed è proprio da uno di queste disattenzioni che arriva l’insperato vantaggio ospite: Holtby alza la testa e pesca l’inserimento di Sidwell nel vuoto della retroguardia dello United che infila De Gea in spaccata. Colpiti a freddo, i Red Devils non reagiscono, anzi, sono i Cottagers ad andare vicini al raddoppio con Frazer Richardson che spara alto a tu per tu col portiere.

Il primo tempo non offre spunti di rilievo, e nella ripresa la situazione sembra inizialmente cambiare: al 52′ palla gol per Rooney, ma la sua girata viene respinta dal miracolo di Stekelenburg. Si denota con facilità che entrambe le squadre sono in un momento a dir poco difficile, in campo si susseguono molte imprecisioni ed errori tattici anche da parte di giocatori di comprovata esperienza come Vidic o Carrick. Il forcing dei ragazzi di Moyes continua, ma neanche l’ingresso di Januzaj sembra poter cambiare le cose, fino a 10 giri di lancette dal termine: azione confusa in area, il tiro in diagonale di Mata (ancora sottotono) si trasforma in assist per Van Persie che ribadisce in rete il gol della liberazione. Passano soltanto 80 secondi ed un tiro apparentemente innocuo di Carrick – favorito da una deviazione – ribalta il punteggio e fa tirare un sospiro di sollievo ad un Moyes fino a questo momento in evidente stato di rassegnazione. Sembra fatta, il Fulham nonostante l’ingresso di Bent non si è mai fatto vivo dalle parti di De Gea, ma lo United di quest’anno di vincere proprio non ne vuole sapere. 5 minuti di recupero, a 30 secondi dal termine un errato rinvio di testa di Vidic favorisce Holtby, De Gea respinge la prima conclusione ma sulla ribettuta un vecchio volpone delle aree di rigore come Darren Bent non può fallire. Ad Old Trafford il clima è ossianico, la crisi sembra non avere fine.

Ora la zona Champions è lontana 9 lunghezze, ma le cattive notizie non finiscono qui: mercoledì si torna in campo e ci sarà da affrontare l’Arsenal ferito dai 5 gol subiti ad Anfield. Povero United…

 

 

 

About Andrea Gatti 567 Articoli
24 anni, appassionato di sport a tutto tondo (football americano, basket, golf e ovviamente calcio), letteratura, film e auto. Dopo aver conseguito la maturità linguistica, lavoro attualmente per una multinazionale metalmeccanica, mi occupo di calcio estero per passione ed amore per il rettangolo verde.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.