Calciomercato Argentina: Perotti, Banega, Matos i botti di carnevale!

Nel precedente articolo riguardante il calciomercato si evidenziava come fosse importante aguzzare l’ingegno data la mancanza di fondi necessaria per effettuare acquisti importanti. E così, in parte, è stato fatto.

Boca Perotti – Il Boca Juniors ha colto al volo l’occasione ed è salito sull’ultimo treno disponibile per sostituire l’infortunato Joel Acosta. Diego Perotti, figlio dell’ex leggenda xeneize Hugo, nel corso della sua militanza a Siviglia, ha visto ridursi progressivamente il suo minutaggio tanto da dover richiedere la cessione, almeno in prestito, per rilanciarsi. Le offerte di Werder Brema prima e di Stoke City poi sono state categoricamente rifiutate. Non appena è stato confermato l’interesse del Boca, Perotti non ha dubitato un attimo e, pur di tornare in patria, ha abbassato le sue pretese in termini d’ingaggio. L’argentino è stato acquistato in prestito fino a giugno con diritto di riscatto fissato a 2,5 milioni di euro.
La dirigenza ha, così, regalato a Carlos Bianchi un potenziale titolare da schierare sugli esterni del nuovo schema tattico del Virrey, il 4-2-3-1. Perotti può destreggiarsi indistintamente sulla destra o sulla sinistra e sostituire o addirittura scalzare gli attuali titolari Sanchez Miño e Martínez.

Banega for Éver – I tifosi del Newell’s Old Boys cominciavano a rumoreggiare per un mercato caratterizzato da uscite importanti non compensate da altrettante entrate. Dopo numerose trattative fallite, la dirigenza leprosa è riuscita, finalmente, a piazzare il gran colpo. Un pezzo da novanta in grado di assicurare qualità e quantità al centrocampo rosarino. Stiamo parlando di Éver Banega, emarginato dal neo tecnico valenciano Juan Antonio Pizzi.
Banega, vistosi minacciare le possibilità di entrare tra i convocati per il Mondiale brasiliano, ha deciso di cambiare aria per mettersi in mostra. Dall’Argentina gli sono arrivate due proposte importanti: quella del suo ex club, il Boca Juniors, e quella del suo amato Newell’s Old Boys, di cui è tifoso. Il centrocampista ha fortemente optato per la seconda offerta e durante la presentazione – alla quale hanno presenziato circa 12 mila tifosi – , tremante di emozione, ha dichiarato che “il Newell’s è il club della mia vita”. Insieme a Bernardi, Mateo e Orzán andrà a comporre una mediana concreta in fase difensiva e temibilissima in fase di costruzione. Tutto per conquistare il mondiale e i cuori degli hinchas leprosos, magari for Éver.

San Lorenzo, scacco Matos – Sembrava che l’All Boys l’avesse oramai ingabbiato. Sembrava che dovesse apprestarsi a passare un semestre da separato in casa. Il tutto per le folli richieste del presidente Bugallo il quale pretendeva di coprire interamente i debiti del club con la cessione dell’attaccante. Mauro Matos, però, è riuscito a liberarsi dalla prigione per raggiungere i nuovi compagni del San Lorenzo, squadra con la quale potrà disputare per la prima volta nella sua carriera la tanto sognata Copa Libertadores. Per il Ciclón, Matos rappresenta il secondo eccellente acquisto per il reparto offensivo dopo quello di Nicolás Blandi. Cauteruccio e Gonzalo Verón possono recuperare con calma.

Per concludere citiamo altre due rilevanti operazioni di mercato in entrata: il Lanús, alla fine, riesce ad incorporare il laterale destro dell’Olimpia Alejandro Silva mentre Mostaza Merlo, tecnico del Racing, puntella il suo centrocampo con l’acquisto di Francisco Cerro dal Vélez.

About Alex Alija Cizmic 234 Articoli
21enne perennemente indeciso sulla strada da seguire. Marchigiano di origini bosniache e innamorato del Sudamerica, amo definirmi cittadino del mondo. Da poco ho conosciuto la passione per il giornalismo calcistico che mi ha folgorato... Sudamerica es mi pasión, Argentina es mi nación!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.