Ligue 1: il Lille resta in scia a PSG e Monaco, il Bordeaux soffre ma sale al quarto posto

LILLE BASTIA . Il Lille si rialza dopo la sconfitta di Bordeaux e con il successo per 2-1 sul Bastia continua a tallonare il duo di testa della Ligue 1, formato da PSG e Monaco. I corsi, che si erano portati in vantaggio nei primissimi minuti, tornano dal Nord con la settima sconfitta stagionale, ma si tratta comunque di una battuta d’arresto indolore poiché la zona retrocessione resta lontanissima, a ben undici punti di distacco. Come detto, era il Bastia a sbloccare subito il risultato e a battere ancora Eneyama, già superato nella scorsa giornata dopo un incredibile imbattibilità durata ben 1062 minuti. Genest stoppava di petto e calciava al volo da oltre venti metri di disatnza sorprendendo il portiere del Lille che non poteva che guardare il pallone infialrsi sotto l’incrocio. La gara era molto vivace e al 17′ Kalou, servito da Roux, trovava lo spiraglio giusto per calciare in rete la palla dell’1-1. L’equilibrio non durava neppure cinque minuti e a romperlo era ancora Kalou che dal limite faceva partire una conclsuione imparabile per Landreau. Nel finale di tempo, l’ivoriano siglava anche la terza rete ma l’arbitro annullava per un fuorigioco inesistente. Nella ripresa, i padroni di casa amministravano bene il vantaggio e non lasciavano alcun spazio al Bastia. Negli ultimi minuti del secondo tempo, il Lille andava ancora vicino alla rete con Rodelin e Roux, le cui conclusioni venivano fermate da Leca, entrato al 46′ al posto dell’infortunato Landreau, che rendeva meno pesante la battuta d’arresto.

 

 

BORDEAUX VALENCIENNES . Inguardabile in Europa League, il Bordeaux continua a stupire in Ligue 1 e, in attesa del posticipo tra Lione e Marsiglia, si porta momentaneamente al quarto posto grazie al successo in rimonta sul Valenciennes. La squadra guidata da Jacobs invece, spreca una grande occasione per ridurre lo svantaggio dal Montpellier, quart’ultimo, e resta in piena zona retrocessione, con alle porte una durissima trasferta a Monaco. Allo Chaban-Delmas, le prime emozioni arrivavano dopo la mezz’ora con due palle goal non finalizzate dalla squadra di casa. Il ritmo dei primi 45 minuti era piuttosto basso ma nella ripresa la gara si accendeva subito. Al 55′, su corner di Dossevi, Doumbia era il più lesto e di testa superava Carrasso. Il vantaggio ospite, però, durava solo due minuti: Angoula atterrava N’Guemo in area di rigore e Jussié, dagli undici metri, riportava in parità l’incontro. Passavano otto minuti e l’arbitro concedeva un nuovo penalty, questa volta al Valenciennes. Sulla palla si portava Enza Yamissi che si faceva ipnotizzare da Carrasso, fresco di rinnovo biennale. Lo scampato pericolo rinvigoriva i girondini che al 73′ trovavano la rete del successo con un tiro dalla distanza di Maurice-Belay che si infilava nell’angolino basso. La reazione del Valenciennes non arrivava e il Bordeaux collezionava il quarto successo consecutivo in campionato. Per gli ospiti, la strada verso la salvezza si fa sempre più dura, con soli 11 punti conquistati in 18 partite.

 

Lille – Bastia 2 – 1 (4′ Genest, 17′ e 22′ Kalou)

Bordeaux – Valenciennes 2 – 1 (55′ Doumbia, 57′ rig. Jussié, 73′ Maurice-Belay)

About Mattia Rossi 767 Articoli
Ligure, classe 1985, da diverso tempo seguo il calcio francese. Per questioni geografiche e culturali, non potevo far altro che appassionami all'AS Monaco, benchè mi piaccia seguire anche le altre competizioni nazionali (sia professionistiche che amatoriali), in particolar modo la magica Coppa di Francia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.