Lazio-Trabzonspor 0-0: vince la noia

EUROPA LEAGUE LAZIO – La Lazio è ingolfata, come ci fosse zucchero nel motore, anche premendo sul pedale il gas non c’è. Dal tubo di scappamento esce solo il grigio del pareggio triste di stasera, ne gode il Trabzonspor che riesce a conquistare il primo posto del gruppo J. Qualcosa non va, Petkovic si limita a piccoli aggiustamenti inserendo Ledesma per Biglia al centro del campo. Eppure qualcosa di buono ci sarebbe, è il solito Keita che mette il turbo prima di servire Floccari, l’attaccante dopo aver combinato con Anderson non riesce a capitalizzare. Malouda saggia i riflessi di Berisha, Kuvrak invece ha vita facile sul tiro di Ederson. I biancocelesti vogliono uscire dall’empasse e ci provano, senza però riuscire, aumenta la pressione ma la lancetta del contachilometri non si sposta. Errori a non finire, qualcosa si muove sul finale della prima frazione, tante buone occasioni ma il gol non arriva. Akcay ha messo in campo una formazione accorta e solida, si va al riposo così.

Secondo tempo gattopardesco, tutto resta uguale, compresi i calciatori in campo. Continuando così non ci sono speranze per la Lazio, si deve arrivare al minuto 60 perché Petkovic decida di fare qualcosa. Il prescelto è Candreva, gli lascia spazio Anderson, poi arriva il turno di Hernanes per Onazi. Si alza il tasso qualitativo, giri sempre bassi. Cavanda cerca di rendere più interessante la serata con un retropassaggio sventurato che per poco non mette Paulo Henrique nelle condizioni di far male. In campo pure Klose, ma servirebbe Cristo per far camminare questo Lazzaro biancoceleste. Bello comunque rivedere il tedesco in campo dopo l’infortunio, unico motivo per gioier mentre dagli spalti si levano degli “Olè” ironici. Unico modo per non addormentarsi. Finisce così, una partita che di fatto non c’è stata, i guai della Lazio sono sempre lì e sembrano ancora più preoccupanti. L’Europa League prosegue, ma bigogna cambiare passo alla svelta oppure la prossima fermata sarà capolinea.

(foto corrieredellosport.it)

 

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.