Monaco-Evian 1-1: ancora problemi per Ranieri

LIGUE 1 MONACO EVIAN – Primo tempo ricco di emozioni, meglio l’Evian nei  minuti iniziali. La causa è da ricercare anche nell’assetto ultraoffensivo del Monaco, terzetto a tutta fantasia Carrasco-Ocampos-Rodriguez alle spalle di Falcao, gli ospiti hanno tanti spazi per ripartire. E lo fanno. Evian non prolifico in trasferta, in gol solo in due trasferte. I padroni di casa cercano di pungere con Ocampos, il suo tiro non centra lo specchio. Falaco cade in area dopo un presunto contatto con Mongongu, l’arbitro lascia correre, al 20esimo è Wass a fare centro. Rilancio di Hansen, leggera spizzata di testa e Wass si invola verso la porta e infila Subasic. Vantaggio ospite che dura solo sei minuti, Falcao attacca lo spazio e James Rodriguez lo mette nelle condizioni per segnare. Il resto lo fa il cecchino colombiano. Ranieri chiedeva una prova importante sotto il profilo caratteriale dopo due sconfitte di fila, questa reazione è un bel segnale. I brividi per la difesa monegasca sono comunque costanti, l’ex Marsiglia potrebbe far male ancora.

Al rientro i padroni di casa fanno subit gran pressione, sugli sviluppi di un corner Carvalho può battere a botta quasi sicura ma i difensori lo murano. Ospiti pericolosi solo su errori monegaschi. Sougou fallisce un rigore in movimento al 64, i due centrali del Monaco fanno autoscontro, l’attaccante però si fa ipnotizzare da Subasic. Che spavento per i biancorossi, la partita è stupenda con Falcao che svaria su tutto il fronte e crea problemi continui alla difesa avversaria. Quella del Monaco di problemi ha già i suoi. Riviere, entrato dalla panchina, si esibisce in una bella girata con la sfera che esce di poco. E’ un buon Evian, Ocampos potrebbe trafiggerlo a tre dal termine ma sua botta di sinistro trova la traversa. L’Evian esce a testa più che alta dal Louis II, la testa di Ranieri è invece piena di pensieri, da sistemare c’è prima di tutto la tenuta difensiva se si vuole duellare con il Psg. Altrimenti la fama di eterno secondo continuerà a perseguitarlo.

Monaco (4-2-3-1): Subašić; Fabinho (83’ Raggi), Kurzawa, R.Carvalho, Abidal; Toulalan, João Moutinho (68’ Kondogbia); Ocampos, Ferreira Carrasco (68’ Rivière), James Rodríguez; Falcao.
Évian Thonon Gaillard (4-4-1-1): Hansen; Mensah, Angoula, Mongongu, Sabaly; Sorlin, Tié Bi, Wass, Ehret, Barbosa (33’ Benezet; 70’ Nistor); Sougou.

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.