Barcellona-Milan, Allegri: “La società farà le sue valutazioni…”

BARCELLONA-MILAN ALLEGRI – Nel post partita del big match con il Barcellona (clicca qui per la cronaca) parla il tecnico dei rossoneri, Allegri, e difende le sue scelte:Balotelli prima di venire al Milan era una riserva, sia all‘Inter che al Manchester City; per la prima volta gioca titolare in una grande squadra. Mario non aveva giocato benissimo nelle ultime partite e veniva dall’infortunio in Nazionale. Ho preferito partire con la coppia BinhoKakà. Però sono soddisfatto della prestazione della squadra. Sullo 0-0 abbiamo sbagliato molte palle in uscita, poi abbiamo fatto meglio nel secondo tempo. I ragazzi sono stati bravi, abbiamo concesso poco e anche nel secondo tempo abbiamo rischiato solo in due occasioni. Per noi era difficile ma faccio i complimenti ai ragazzi. L’allenatore è sempre legato ai risultati ma c’è una società che valuta. Abbiamo tenuto testa al Barcellona e siamo rimasti in partita fino a pochi minuti dalla fine. Spiace perché presi due gol in circostanze poco chiare. Un modulo diverso? Nei 18 che avevo questa sera, nessuno aveva le caratteristiche di El Shaarawy. Ho preferito lasciare libero Kakà con una punta vicina, anche perché stasera non potevo chiedergli di fare la stessa partita dell’andata. Tattica rinunciataria? Con il Barcellona devi giocare così, recuperare palla e ripartire. Gli episodi non ci sono favorevoli ma non dobbiamo star qui a piangerci addosso. Balotelli non è un problema. Anche stasera ha fatto cose importanti. Mario deve migliorare nel contesto della squadra. È giovane. Ora dobbiamo solo pensare a fare risultati”.
Poi prende la parola Montolivo: “Difficile venire a giocare qui, abbiamo creato qualche palla gol non sfruttata a dovere. La qualificazione ce la giochiamo nelle prossime partite. Balotelli in panchina? Allegri ha ritenuto che nel primo tempo fosse la formazione migliore. Nella ripresa è entrato ed ha fatto bene, lo spirito è stato quello giusto anche se può fare di più.”Sapevamo di affrontare una grandissima squadra ma ci siamo difesi bene – ha aggiunto Andrea Poli – e abbiamo provato a ripartire. Potevamo andare anche al pareggio con l’occasione di Kakà. Allegri fa le sue scelte e devono essere rispettate. Non siamo riusciti a fare punti, ma ora pensiamo al Chievo”.
Dalla parte del Barcellona, invece, c’è molta soddisfazione per il risultato e la qualificazione agli ottavi; così parla l’ allenatore dei blaugrana, Gerardo Martino: “Ho visto Kakà molto più continuo rispetto all’andata, si vede che ha recuperato la forma, il talento c’è sempre stato. Sono contento per la qualificazione, è sempre importante riuscirci con due turni d’anticipo. Messi? E’ sempre pericoloso dire che non è in forma, si rischia di essere smentiti molto rapidamente. Ha giocato una partita fenomenale”.

About Andrea Antoniacomi 8 Articoli
Sono nato il 23 febbraio del 1990 a Pieve di Cadore, mi sono diplomato per l'istituto Leonardo da Vinci di Belluno con 80/100 e attualmente studio scienze della comunicazione politica e sociale all' università Cattolica del Sacro Cuore a Milano. Amo il calcio fin da bambino: per me questo sport è tutto: passsione,gioia,divertimento, dolore, esaltazione,amore,ecc.; seguo anche gli altri sport :) Vorrei diventare, un giorno, un giornalista professionista e coronare così il sogno di una vita.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.