Steaua Bucarest-Basilea 1-1: gli svizzeri buttano la vittoria nel finale, primo punto per Piovaccari e compagni

STEUA BUCAREST BASILEA – All’ Arena Nazionale di Bucarest va in scena Steaua Bucarest -Basilea, valida per la terza giornata del gruppo E di Champions League. Solito modulo per entrambi gli allenatori. Classico 4-3-3 per Murat Yakin e altrettanto consueto 4-2-3-1 per Reghecampf. Nel Basilea, Die vince il ballottaggio con Mohamed El Neny,  mentre nello Steaua, parte dal primo minuto Popa e Chipciu va in panchina. Molti tatticismi e poche emozioni nei minuti iniziali. La prima vera e clamorosa occasione da gol è per il Basilea al 11′ minuto con il centrale di difesa Ivanov, che colpisce a botta sicura sul calcio d’angolo battuto da Marcelo Diaz, ma Georgievski miracolosamente salva sulla linea. Al minuto 17 finalmente la prima fiammata dei padroni di casa, con il gioiellino Stanciu, che però di sinistro calcia sul fondo. Ma è solo un fuoco di paglia, perché il Basilea con il passare dei minuti diventa sempre più padrone della partita, e al 29″ sfiora nuovamente il gol del vantaggio con Safari, che dopo un uno-due con Streller si presenta, anche se defilato, davanti a Tatarusanu, trovando però solo l’esterno della rete. Passano 10 minuti ed è ancora Basilea. Stocker dal limite prova con un tiro insidioso, che complice una deviazione si infrange sulla traversa. Il primo tempo termina a reti inviolate.

Nella ripresa ci si aspetta il ritorno dei ragazzi di Reghecampf, che nell’intervallo sostituisce lo spento Piovaccari con Kapetanos. Ma la ripresa inizia con lo stesso copione del primo tempo e dopo solo tre minuti Marcelo Diaz punisce dal limite dell’area la disattenta difesa rumena, portando così gli ospiti sullo 0-1. Lo Steaua non riesce a trovare gli spazi giusti, il Basilea controlla agevolmente, senza che Sommer sia chiamato particolarmente in causa. Valzer di cambi a metà ripresa, con lo Steaua che fa subentrare Tatu e Filip, al posto di Stanciu e Pintilli, mentre il Basilea sostituisce Streller, Safari e Die, con El Neny, Taulant Xhaka e Ajeti. La partita sembra incalanarsi verso lo 0-1, ma al 88′ accade quel che non ti aspetti. Popa dalla destra mette un ottimo cross in mezzo, che Tatu rapacemente concretizza l’1-1 finale, che lascia con l’amaro in bocca la squadra di Murat Yakin, dimostratasi superiore per tutti i 90 minuti, ma colpevole di non aver chiuso la partita. Un pareggio che , sia interrompe la serie di 5 vittorie consecutive in trasferta di Streller e compagni in Europa, e sia complica ancor di più il cammino degli svizzeri verso i primi 2 posti in classifica. Tutt’ altro umore invece in casa Steaua, che trova il primo punto in classifica e vede ancora aperta davanti a sé la porticina dell’Europa League.

STEAUA BUCAREST: Tatarusanu – Georgievski – Szukalo – Gardos – Latovlevici – Pintilli(59′ Filip) – Bourceanu – Popa – Tanase – Stanciu(55′ Tatu) – Piovaccari(46′ Kapetanos)

BASILEA: Sommer – Voser – Schar – Ivanov – Safari(68′ Xhaka) – Diaz – Die (87′ Ajeti) – Fabian Frei – Salah – Streller (74′ El Neny) – Stocker

About Enxhi Fero 113 Articoli
Originario dell'Albania, studente universitario di 20 anni con tanti sogni nel cassetto. Grazie a TuttoCalcioEstero coltiva la sua passione verso il giornalismo sportivo. Oltre al calcio anche tanto basket.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.