Qualificazioni Mondiali, zona Uefa: partita folle tra Svizzera e Islanda, la Svezia batte l’irlanda

QUALIFICAZIONI MONDIALI EUROPA UEFA – Nel gruppo A di qualificazione ai Mondiali 2014 a ridere è il Belgio, vittorioso per 0-2 sulla Scozia. Un successo importante per i Diavoli Rossi, che piegano gli scozzesi (vittoriosi in Croazia a giugno) e si portano a quota 19, padroni del raggruppamento. Nello scontro tra ultime delle classe ad avere la meglio è la Macedonia, il pareggio gallese su rigore alla fine si rivela inutile. Pareggio invece nella gara del Marakana, scontro più caldo della serata, Serbia e Croazia si dividono la posta in palio. Una rete per parte, un espulso per parte: Matic e Simunic. Ennesima dimostrazione che non si tratta di una partita come le altre. Un punto che fa sicuramente più comodo ai croati, saldi al secondo posto.

Tutto si mette bene per l’Italia nel girone B, l’Armenia batte a domicilio la Repubblica Ceca, ferma a quota dieci, a poco vale la vittoria danese a Malta, gli uomini di Prandelli trovano i tre punti con la rete di Gilardino. Il violino potrà pure non essere nuovo, ma a nove anni dall’esordio azzurro, sa ancora suonare e ci fa già sentire un accenno di samba.

Gruppo C, la Germania ne fa tre all’Austria e la strada per il Brasile è spianata. Ad aprire le marcature anche in questo caso è una vecchia volpe, quando il gol chiama Klose non manca mai. Successo fondamentale della Svezia in Irlanda, che riesce a ribaltare il risultato e a staccare gli uomini di Trapattoni nella corsa al secondo posto. Alla rete di Robbie Keane (questa è una serata per vecchi), rispondo Elmander e Svensson, che nella ripresa regala tre punti d’oro alla Sveglia. Il Kazakistan batte Far Oer, di misura e in rimonta. Anche questa è una notizia.

La Romania vince e si prende il secondo posto nel raggruppamento D, la squadra di Piturca regola con un secco 3-0 l’Ungheria, in vetta frena l’Olanda. L’Estonia ferma gli oranje e rischia il colpaccio, provvidenziale Van Persie dal dischetto a tempo scaduto. Andorra torna dalla trasferta in terra turca con cinque golletti nel sacco.

E’ fiera del gol tra Svizzera e Islanda, partita folle. Prima il vantaggio islandese, poi ben quattro reti degli svizzeri e la gara non sembra aver più nulla da raccontare. Invece gli ospiti nel secondo tempo attaccano a testa bassa trovando tre reti, l’ultima e decisiva firmata da Gudmundsson nei minuti di recupero. Gli elvetici restano comunque in vetta al girone, la Norvegia si avvicina minacciosa. Due gol e gli scandinavi regolano Cipro, vittoria della Slovenia sull’Albania, tre punti che consentono di distanziare l’ultima piazza.

Tante reti anche a Belfast, ma al Portogallo basta farne quattro per conquistare i tre punti contro l’Irlanda del Nord. Lusitani in testa al gruppo F, Russia seconda e vittoriosa contro il Lussemburgo. Ma con una gara in meno rispetto ai lusitani, dunque il discorso è quanto mai aperto e coinvolge anche Israele.

Derby baltico tra Lettonia e Lituania nel gruppo G, se lo aggiudica la prima, grazie a Bulvitis e Zjunins, cade invece la Bosnia, prima della classe. La Slovacchia vince in trasferta con un gol di Pecovsky e torna in corsa, bosniaci fermi a quota 16, dove c’è anche la Grecia. Che fatica per gli ellenici, serve la rete di Mitroglou a venti minuti dal termine a piegare il Liechtenstein.

Non ha problemi invece l’Ucraina contro San Marino, ben nove reti alla nazionale del Titano. Pari tra Polonia e Montenegro, risultato che fa sorridere l’Inghilterra, vincitrice in scioltezza contro la Moldova.

La Spagna vince in Finlandia e mette in cascina tre punti che vogliono dire Brasile. O quasi. A quota 14, gli iberici vedono la Francia meno vicina. Pareggiano in Georgia gli uomini di Deschamps, un passo falso che potrebbe rivelarsi fatale. I Galletti tentano l’assedio nel finale, ma il colpo da tre punti non arriva. Ora si fa dura.

Clicca qui per risultati, marcatori, classifiche e highlights della serata.

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.