A Gilmar

Hai cavalcato il Peixe
e come Pinocchio hai lasciato il mare per sempre.
Eri un pescatore ma le tue erano le reti più pulite
di Santos, il tuo nome e la tua squadra
e in quell’’oceano d’erba ti gettavano ortiche
le rilanciavi che erano rose rosse.
Ora che non ci sei più
si è tornati in calma piatta,
piccolo grande vincente
con mani d’Aiace
che ti tuffavi come Tritone
per 90 minuti, senza mai stancarti.
Tramonto sul porto di Santos
è oggi, unico sole
che colorava tutti in un grande raggio,
piccolo gigante Gilmar,
tu che guidavi la grande balena.

About Andrea Perrucci 64 Articoli
APPASSIONATO DI CINEMA, MUSICA, LETTERATURA E CALCIO. I MIEI ARTICOLI LI TROVATE TUTTI SOTTO LA VOCE "LA MACCHINA DEL TEMPO"

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.