Ligue 1: il derby Lione – Saint-Etienne finisce in parità, tris del Nizza al Troyes

GOURCUFF

LIONE – SAINT-ETIENNE

Pareggio che scontenta entrambe le contendenti quello scaturito dal derby del Gerland. Il Lione perde terreno nella lotta per il secondo posto, mentre il Saint-Etienne fallisce il sorpasso e resta nel mirino di Lille e Nizza. L’importanza della posta in palio impediva alle squadre di giocare da subito a viso aperto e, pur in trasferta, era comunque il Saint-Etienne a farsi preferire sul piano della manovra. La prima vera occasione (27′), però, era di marca locale con Lisandro Lopez che costringeva Ruffier ad un grande intervento. La reazione verde era immediata: corner dalla destra e Zouma di testa anticipava tutti portando in vantaggio il Saint-Etienne.

Sotto di una rete, il Lione era costretto a scoprirsi maggiormente e dunque il Saint-Etienne poteva rendersi pericoloso in contropiede, ma la mira di Aubameyang non era perfetta e al 43′ l’esordiente Lopes veniva graziato dal gabonese. Ad inizio ripresa, dopo una conclusione a lato del solito Aubameyang, Gourcuff, con l’aiuto di una deviazione di Zouma, faceva centro realizzando un pareggio inatteso (54′). La rete rianimava il Lione, ma a sfiorare il raddoppio era Hamouma che non trovava il varco vincente a tu per tu con Lopes. Le ultime emozioni erano concentrate nel recupero con un’occasione per parte (Cohade da una parte, Koné dall’altra), ma il risultato non cambiava più lasciando l’amaro in bocca ad entrambe le squadre.

NIZZA – TROYES

Vittoria in rimonta per il Nizza che mantiene vivo il sogno europeo sconfiggendo 3-1 un Troyes a cui servirebbe un vero e proprio miracolo per evitare l’immediato ritorno in Ligue 2. Sotto una pioggia battente, i rossoneri esercitavano uno sterile dominio nella prima parta di gara finchè gli ospiti, a sorpresa, trovavano il goal con un’incornata vincente di Yattara (21′). Il Nizza dava l’impressione di subire oltremodo il contraccolpo psicologico derivante dallo svantaggio, ma passata la mezz’ora trovavano la rete che ristabiliva l’equilibrio grazie a Civelli che da due passi appoggiava in rete una corta respinta di Thuram su tiro di Diaz. Allo scadere i rossoneri ribaltavano il risultato con il solito Cvitanich (quindicesima realizzazione stagionale), bravo a spedire la palla nell’angolino alla destra del portiere ospite con un preciso colpo di testa.

La ripresa era ricca di capovolgimenti di fronte e le occasioni sciupate si sprecavano sia da una parte che dall’altra. Erano addirittura clamorosi gli errori di Nivet (56′) e Cvitanich (66′). Il Nizza era comunque bravo a chiudere anzitempo la contesa con un diagonale di Bruins che trafiggeva Thuram (77′). Per gli ospiti era ormai notte fonda, mentre i rossoneri tornavano a tallonare le prime posizioni, affiancando il Lille e portandosi rispettivamente a -1 e -3 da Saint-Etienne e Lione.

Lione – Saint-Etienne 1 – 1 (29′ Zouma, 54′ Gourcuff)

Nizza – Troyes 3 – 1 (21′ Yattara, 34′ Civelli, 45′ Cvitanich, 77′ Bruins)

About Mattia Rossi 767 Articoli
Ligure, classe 1985, da diverso tempo seguo il calcio francese. Per questioni geografiche e culturali, non potevo far altro che appassionami all'AS Monaco, benchè mi piaccia seguire anche le altre competizioni nazionali (sia professionistiche che amatoriali), in particolar modo la magica Coppa di Francia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.