Lazio-Fenerbahce 1-1, finisce l’avventura dei biancocelesti in Europa League

Clicca qui per vedere gli highlights di Lazio-Fenerbahce 1-1

Il miracolo non è avvenuto nemmeno stasera. Il calcio italiano, come triste consuetudine, abbandona l’Europa a inizio aprile con due eliminazioni nei quarti di finale. A quella della Juve in Champions, quasi umiliata dal Bayern, ha fatto seguito l’uscita della Lazio in Europa League, sfortunata e con tanti rimpianti per una sciagurata gara d’andata persa a Istanbul col Fenerbahce.

Ribaltare lo 0-2 rimediato in Turchia era d’altronde già di per sé un’impresa, quasi proibitivo nell’Olimpico vuoto per la seconda delle due giornate a porte chiuse combinate dall’Uefa per razzismo. Petkovic, poi, ha dovuto rinunciare agli squalificati Onazi e Mauri, oltre alla solita lunga lista di infortunati a cui si è aggiunto dopo il derby di lunedì sera anche Miro Klose, inizialmente in panchina.
I biancocelesti, comunque, scendono in campo col giusto piglio: Candreva ed Ederson, larghi nel tridente con Kozak centravanti, mettono in difficoltà la legnosa difesa ospite, Yobo e Korkmaz vanno subito in affanno, Ziegler soffre, Volkan – come sempre  – non appare sicuro sulle conclusioni dalla distanza. Hernanes, in particolare, impegna il portiere turco con un paio di conclusioni insidiose, ma spreca anche un calcio di punizione dal limite che, per uno col suo piede, avrebbe potuto far tremare il Fenerbahce.
Webo è isolato in avanti e la difesa biancoceleste alza il baricentro; sul finire del primo tempo arriva il momento di maggior pressione della Lazio, culminato con l’occasionissima capitata a Ederson, sventata coi piedi – e con una buona dose di fortuna – da Volkan. 

La ripresa comincia a ritmi ancora più alti, Petkovic è deciso a rischiare il tutto per tutto. Kozak spreca una buona opportunità sull’ennesima respinta corta di Volkan, Candreva sfonda con estrema facilità dalle parti di Ziegler. Al 60′ arriva il meritato vantaggio della Lazio: cross perfetto di Candreva, stupendo colpo di testa di Lulic che fa sognare i tifosi incollati allo schermo. A mezz’ora dalla fine, e col Fenerbahce in chiara difficoltà, i supplementari sembrano davvero a portata di mano. Dopo Klose entra anche Floccari ma, a un quarto d’ora dal termine, la doccia fredda: sponda perfetta di Webo, Caner Erkin prima mette a sedere Ciani e poi fulmina Marchetti. Gli uomini di Petkovic non trovano la forza per reagire, nonostante con orgoglio fino all’ultimo secondo (gran punizione di Candreva) provano almeno a portare a casa la vittoria. Finisce 1-1, l’Italia e la Lazio abbandonano anche l’Europa League: da adesso in poi staremo a guardare.

About Alfonso Alfano 1754 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.