Beckham a Pechino come “ambasciatore del calcio cinese”

Chi compra David Beckham ha più della sapienza di un piede destro delicato, acquisisce un marchio di successo apprezzato in tutto il mondo. Lo sa bene il Paris Saint-Germain, lo sanno anche in Cina. Quest’oggi il centrocampista è atterrato a Pechino, per lui si tratta del primo viaggio come “ambasciatore del calcio cinese”. Il football è molto apprezzato nel paese asiatico, ma gli scandali avvenuti in patria limitano il movimento nazionale e inducono gli appassionati a seguire i campionati europei.

Lo scorso mese 33 persone, dirigenti e calciatori, sono stati banditi per compravendita di gare ma Becks preferisce dribblare la questione: “Non sono qui per ripulire niente – ha dichiarato – non sono un politico e qualsiasi cosa sia successa nel passato non mi riguarda”. La presenza dell’inglese, come ha lui stesso dichiarato, servirà come impulso per i più giovani: “Sono qui per incontrare questi bambini e dare loro la possibilità di diventare dei calciatori professionisti”.

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.