Schalke 04-Galatasaray 2-3: Drogba e soci vincono e convincono, tedeschi out – Video

Accede con pieno merito ai quarti di finale di Champions League il Galatasaray al termine di una partita piena di emozioni fino alla fine, riuscendo a resistere fino all’ultimo agli assalti dei padroni di casa. I turchi, fermati 1-1 all’andata in casa, scendono in campo con Sneijder a supporto della superfisicata coppia Drogba-Burak Yilmaz. Nello Schalke assenti Jones (squalificato) e Huntelaar (infortunato), gioca il finlandese Pukki dal primo minuto supportato dal trio Farfan-Bastos-Draxler.

Partita a due facce, con un Galatasaray che domina il primo tempo, tedeschi che si risvegliano nel secondo  e cercano una disperata rimonta scontrandosi con un ottimo Muslera, abile a neutralizzare i vani tentativi di Farfàn e compagni.

Fin dalle prime battute prevale la formazione di Terim, che già al 4′ reclama per un calcio di rigore non concesso su Burak Yilmaz: Galatasaray pericoloso anche con Drogba, su cui Hildebrand è attento. I tedeschi soffrono la fisicità dei due attaccanti ospiti, sui quali i due centrali devono intervenire con le maniere forti.Si dimostra in buone condizioni Drogba, che si rende pericoloso in due occasioni ma trova sulla sua strada un attento Hildebrand. Dopo un quarto d’ora, che vede il Galatasaray far la partita, passano in vantaggio a sorpresa i padroni di casa: sugli sviluppi di un corner nasce un batti e ribatti nell’area piccola che favorisce Neustadter, libero di battere Muslera.

Svantaggio immeritato per i turchi, i quali non avevano fino ad ora concesso particolari occasioni da rete agli avversari. Immediata tuttavia la reazione dei turchi, punti sul vivo: il pareggio non tarda ad arrivare, con una gran botta da fuori area dell’ex Hamit Altintop che colpisce il palo esi insacca. Ammutolita la Veltins Arena, che cinque minuti più tardi assiste al raddoppio turco, con Burak Yilmaz che sposta di puro fisico un ingenuo Howedes e batte Hildebrand in uscita con un delizioso pallonetto.

Nella ripresa il tecnico tedesco Keller inserisce Fuchs per Neustadter, che non ha smaltito una botta subita nel primo tempo. E’ un altro Schalke, guidato dal giovane talento Draxler, trasformato dopo un primo tempo anonimo. Il Galatasaray non riesce ad uscire dalla propria metà campo, schiacciato dall’assedio dei minatori, che trovano il pareggio al 63′ dopo una concitata azione conclusa da Bastos servito da Uchida, bravo a sfruttare un rimpallo in area. Continua a premere lo Schalke alla ricerca del gol qualificazione: è sempre Draxler a creare, prima serve Pukki neutralizzato da Muslera, poi spara largo dopo una fenomenale azione personale in serpentina.

Il Galatasaray prova a limitare i danni inserendo Amrabat per Sneijder al 73′. Attimi di paura al 77′ quando il difensore turco Semih Kaya viene colpito involontariamente alla nuca dal tacco di Draxler lanciato a rete: dopo aver perso i sensi, viene trasportato immediatamente al pronto soccorso di Gelsenkierchen, sostituito da Gokhan Zan. L’assedio dello Schalke non porta ulteriori occasioni e proprio all’ultimo respiro colpiscono i turchi in contropiede con Umut Bulut, approfittando delle praterie lasciate dai tedeschi e battendo Hildebrand dopo essersi fatto respingere la prima conclusione.

Finisce qui una partita combattutissima, che vede i turchi approdare dopo 12 anni ai quarti di finale; rammarico invece per i tedeschi, i quali dopo il buon pareggio in terra turca hanno pagato l’importante assenza di Huntelaar e l’occasione di arrivare ai quarti dopo l’impresa di due anni fa contro l’Inter.

 

MARCATORI: 17′ Neustadter (S), 37′ Hamit Altintop, 42′ Burak Yilmaz, 63′ Bastos (S), 90 + 5′ Umut Bulut.

Gli highlights della partita

Schalke vs Galatasaray 2:3 MATCH HIGHLIGHTS di UCL2410

About Andrea Gatti 567 Articoli
24 anni, appassionato di sport a tutto tondo (football americano, basket, golf e ovviamente calcio), letteratura, film e auto. Dopo aver conseguito la maturità linguistica, lavoro attualmente per una multinazionale metalmeccanica, mi occupo di calcio estero per passione ed amore per il rettangolo verde.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.