Paris Saint-Germain – Valencia 1-1: dopo 18 anni il PSG ritorna ai quarti di Champions League

Diciotto anni dopo una semifinale persa con il Milan, il Paris Saint-Germain torna tra le migliori otto della Champions League. La doppia sfida contro il Valencia ha meritatamente premiato i parigini che, in una sofferta gara di ritorno, hanno potuto far leva sul prezioso risultato conquistato al Mestalla. Al calcio d’inizio, da una parte gli spagnoli si schieravano con una linea difensiva totalmente rinnovata rispetto alla gara di andata, dall’altra Ancelotti puntava su una fascia destra interamente francese con Jallet (uscito poi al 27′) esterno basso e Chantome esterno alto, mentre Thiago Motta prendeva il posto dello squalificato Verratti e Lucas agiva al fianco di Lavezzi, orfano di Ibrahimovic. Il primo tempo si rivelava povero di emozioni, con il Paris Saint-Germain a controllare la partita senza particolari affanni e il Valencia a cercare invano di superare il muro difensivo parigino. La manovra parigina era più elaborata e piacevole da ammirare, ma i tiri nello specchio della porta erano merce rara e per i francesi l’azione più pericolosa della partita portava la firma di Lucas che non spediva a lato un bel diagonale (11′). Quattro minuti più tardi si facevano vedere gli spagnoli con un tiro di Soldado che impegnava Sirigu a terra. Per il portiere sardo, non c’erano grandi occasioni per mettersi in mostra e solamente nel finale (45′) era chiamato alla prova da un tiro dalla distanza di Jonas che lo trovava pronto.

Il secondo tempo iniziava sulla falsariga della prima frazione e non accadeva nulla di rilevante fino al 55′ quando uno sciagurato passaggio orizzontale di Chantome metteva in difficoltà Matuidi, la palla finiva a Jonas che non ci pensava due volte a concludere dal limite, infilando la sfera nell’angolino alla destra di Sirigu. La rete ospite gelava il Parco dei Principi e l’atteggiamento del Valencia cambiava radicalmente. Valverde aumentava il potenziale offensivo e, dopo l’ingresso di Banega a metà gara, buttava nella mischia anche Piatti al posto di uno spento Feghouli, rispondendo così al cambio di Ancelotti che qualche minuto prima aveva inserito Gameiro per Thiago Motta. Era proprio l’ex attaccante del Lorient a ridare voce ai tifosi parigini, rubando palla a Parejo a centrocampo e involandosi verso la porta difesa da Guaita. Giunto al limite dell’area, Gameiro saltava tre difensori e lasciava la palla all’accorrente Lavezzi che prima sbagliava a tu per tu con il portiere ma sulla ribattuta era fortunato a ribadire la palla in rete con il ginocchio (66′). Il pareggio spegneva l’entusiasmo degli spagnoli che per lunghi tratti non riuscivano più ad impensierire Sirigu. Nel finale, però, il Valencia tentava l’assedio e solamente al 93′, dopo un corner da cui non scaturiva nulla, il Paris Saint-German poteva festeggiare l’approdo ai quarti.

 

Paris Saint-Germain – Valencia 1-1 (55′ Jonas, 66′ Lavezzi)

About Mattia Rossi 767 Articoli
Ligure, classe 1985, da diverso tempo seguo il calcio francese. Per questioni geografiche e culturali, non potevo far altro che appassionami all'AS Monaco, benchè mi piaccia seguire anche le altre competizioni nazionali (sia professionistiche che amatoriali), in particolar modo la magica Coppa di Francia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.