Malaga-Barcellona 0-1: Caballero offre il bis a Martino, tanta panchina per Neymar

LIGA MALAGA BARCELLONA – Il Barcellona parte piano piano alla Rosaleda, opposto l’atteggiamento del Malaga che dopo appena due minuti mette paura a Valdes con Tissone. Poi è Caballero ad iniziare la serata lavorativa, nessun problema sul colpo di testa. I blaugrana non trovano il bandolo della matassa, una buona occasione arriva al minuto 19, Pedro viene servito alla perfezione di Fabregas ma non riesce il controllo e Caballero fa il resto. Padroni di casa più in palla fisicamente, con Tissone (ex di Udinese, Atalanta e Sampdoria) a lottare su ogni pallone. Bello la slalom di Iniesta al 26esimo, il tiro del centrocampista si spegne però docile tra le braccia del portiere argentino. Il centrocampista di Fuentealbilla c’è, è la manovra blaugrana a risultare un po’ scolastica nel suo complesso, più dinamici i Boquerones che con il passare dei minuti trovano sempre meno occasioni per affondare in contropiede. Super palla gol per il Barça all 36′: Iniesta scodella in area, sponda di Fabregas, il colpo di testa di Sanchez è troppo debole e Caballero, non senza un pizzico di fortuna, riesce a disinnescare. Il Malaga è comunque in salute e cinque minuti prima della sosta va al tiro con Darder, fuori sulla sinistra. I ritmi non sono altissimi, ci prova senza convinzione Pique di testa poi, a sessanta secondi dall’intervallo, per i padroni di casa arriva la mazzata. Adriano sulla destra lavora un bel pallone, poi lascia partire un gran tiro a rientrare di sinistro, palla che si insacca sul palo lontano. Dormitina di Caballero. Caffè amaro per lui negli spogliatoi.

L’autore del gol lascia il posto a Dani Alves nella ripresa, Barcellona che riparte forte in cerca del raddoppio, Malaga in sofferenza. Pedro, tra i più in palla nel primo tempo, si spegne alla distanza e Martino al 63esimo manda in campo Neymar al suo posto. Fischi di paura dalle tribune della Rosaleda. Cambia anche Schuster, Eliseu rileva Pawlowski.Occasione clamorosa per il Malaga al minuto 68, Eliseu conduce il contropiede e serve Santa Cruz in area, bravo il paraguayano che aggira Valdes e serve Fabrice Olinga, il camerunense si volta e tira ma trova il palo. Palla preziosa sprecata dall’ex Maiorca. I padroni di casa ce la mettono davvero tutta per pareggiare. Si vede Neymar, che prende palla e se ne va sulla trequarti, Darder si busca il giallo per fermarlo. Schuster tenta il tutto per tutto, entrano Fernandez e Morales al posto di Camacho e Fabrice. Neymar mette ancora in difficoltà gli avversari, stavolta è Sergio Sanchez a metterlo giù e il signor Lahoz è clemente con l’ex difensore dell’Espanyol, il secondo giallo sarebbe stato meritato. Il brasiliano del Barça, forse nervoso per l’esclusione dall’undici iniziale, scarica una bordata che si perde ben sopra la traversa. Il Malaga continua a spingere, proteste del pubblico per un’entrata di Mascherano su Santa Cruz, il gioco prosegue. Al novantesimo il Malaga va ancora vicinissimo al pari, Fernandez su cross di Gamez fa venire i brividi a Martino, ci pensa Valdes. Due minuti dopo capita una palla buona anche a Neymar, servito da Sanchez, l’ex Santos pure stavolta calcia alto. Tre minuti di recupero, non cambia nulla, il Barcellona resta a punteggio pieno dopo due gare. Gara positiva dei padroni di casa, puniti da una disattenzione di Caballero e dalla poca freddezza in zona gol.

COPY CODE SNIPPET
About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.