Championship: Nell’East Anglian Derby regna l’equilibrio

L'attesissimo Derby della zona più orientale dell'Inghilterra fra Norwich e Ipswich finisce 1-1, ma le emozioni non sono state poche.

Weekend di Championship completamente incentrato su “The Old Farm”, l’accesissimo derby dell’East Anglia fra Norwich e Ipswich.
Le radici sulle quali si basa questa sfida fa si che sia tra le rivalità più sentite d’Inghilterra.
Come a Portman Road, il risultato è di 1-1, con i Tractor Boys che prolungano il digiuno di vittorie a Carrow Road (l’ultima vittoria blues è targata 2006).
Con una classifica relativamente tranquilla, l’Ipswich è sceso in campo con la testa più sgombra rispetto ad un Norwich al disperato tentativo di ritagliarsi un posto per i play-off.
Il primo tempo vede i Canaries fare la partita (così sarà per tutto il match), ma sono i Blues a reclamare un rigore piuttosto netto non fischiato a McGoldrick.
Nella ripresa, i padroni di casa sbloccherebbero il risultato con Dijks, ma il terzino sinistro segna con un braccio e il gol viene giustamente annullato; la prima svolta determinante arriva al 63′, con Pearce che crossa uno spiovente che viene raccolto dal danese Knudsen che insacca portando avanti l’Ipswich, praticamente al primo affondo degno di nota del match.
A questo punto i Canaries devono reagire e 6 minuti dopo un potente destro di Murphy buca il palo coperto da Bialkowski, pareggiando la gara.
L’estremo difensore polacco di qui in avanti intraprenderà una sfida nella sfida con l’offensiva giallo-verde, respingendo ogni tipo di sortita offensiva, rendendole tutte quante vane.
Ai punti meglio il Norwich, ma tutto sommato il pareggio è giusto.

Old Farm a parte, questo 34esimo turno di Championship ha riservato diverse prestazioni degne di nota, come la vittoria esterna di Zola e il pareggio sofferto in rimonta del Newcastle.

Andando in ordine, la giornata di Championship si è aperta coi due anticipi del Venerdì, che hanno visto pareggiare Burton e Blackburn e trionfare il Birmingham di Zola, impegnato nel derby delle West Midlands contro il Wolverhampton.
Il pareggio fra Brewers e Rovers sposta leggermente la posizione dei primi, portandoli a 5 punti dal terz’ultimo posto, mentre lascia invariata la situazione del Blackburn, sempre più a rischio retrocessione.
Nel secondo anticipo, il Birmingham sorride e vince un match importante e molto sentito. Kieftenbeld e Davis firmano la vittoria esterna, su un campo insidioso come il Molineux, quest’anno violato più e più volte. Per i Wolves è inutile il gol di Dicko, in quanto non evita la quinta sconfitta consecutiva tra campionato e coppa e lascia soprattutto i ragazzi di Lambert a soli 4 punti dal Wigan ad oggi retrocesso.

Le partite del Sabato sono state aperte dal “lunch match” fra Leeds e Sheffield Wednesday, uno scontro d’alta classifica. La sfida è stata decisa da Chris Wood (avevate dubbi?), con gli Owls che sprecano la possibilità di pareggiare con Rhodes che si fa parare un rigore da Green. I tre punti trascinano i Whites al quarto posto.

In zona playoff, pareggia l’Huddersfield, bloccato sul pari (1-1) dal Barnsley, nel difficile campo di Oakwell. Il vantaggio di Hefele con un perentorio colpo di testa viene livellato dal gol di Watkins. Huddersfield sempre terzo, sempre +4 sul quarto posto, ma distanza dal secondo gradino della graduatoria che si allarga a 5 punti.
Secondo posto occupato dal Newcastle, distratto e poco cinico nel match pareggiato per il rotto della cuffia contro il Bristol City. Wilbraham e un’incomprensione fra Darlow e Dummett regalano a Cotterill e ai Robins il doppio vantaggio che nella ripresa viene pareggiato da un’ autorete di Smith e il gol di Clark.
Il City spreca una splendida e ghiottissima occasione di allungare il gap per la salvezza, ma il pareggio li lascia a soli 2 punti dal ventiduesimo posto.

Non approfitta del passo falso dello Sheffield Wednesday il Fulham, bloccato sul 2-2 dall’ottimo Cardiff, in un match fra due squadre molto in salute e che soprattutto hanno quasi contemporaneamente annunciato i rinnovi dei rispettivi allenatori per la prossima stagione:Warnock sarà ancora in Galles e Jokanovic nell’Ovest di Londra.
Il campo mette in scena un onesto pareggio, firmato da una doppietta di Zohore per i Blue Birds e le reti di Johansen e Kebano per i Cottagers.
Rimangono dunque 5 i punti di distacco dal sesto posto per il Fulham.

Scollina la soglia dei 50 punti il Preston North End, vincendo 2-1 a Deepdale contro il QPR. Reti di McGeady e Hugill per tre punti importanti, mentre per gli Hoops è andato a segno LuaLua.

Sempre 11esimo posto per il Derby County, questa settimana superato dall’Aston Villa che pone fine alle cinque sconfitte consecutive vincendo per 1-0 grazie alla rete di Chester, portandosi a 39 punti, certamente più distanti dalla zona rossa.
Per i Rams, invece, la sconfitta è la terza nelle ultime cinque in Championship, con un rendimento calato e una posizione in classifica tendente all’anonimato.

Frizzante è invece il match di Griffin Park tra Brentford e Rotherham. Le Bees trascinate da Jota (“hattrick” per lo spagnolo), riescono a portare a casa la partita soltanto nel recupero, dopo che i Millers avevano recuperato per due volte il risultato. Questa seconda vittoria nel giro di quattro giorni tranquillizza ulteriormente la classifica del Brentford.

Insipido pareggio fra Wigan e Nottingham Forest, con un punto che lascia intatta la classifica di entrambe.

Chiudiamo con il “tea time match” di Sabato che ha visto il Brighton dominare il malcapitato Reading, demolito per 3-0. Baldock apre le danze, Duffy salva sulla linea di porta l’unica azione pericolosa dei Royals in tutta la gara, Murray raddoppia e Knockaert chiude il discorso, lanciando i Seagulls in solitaria a 71 punti, uno in più del Newcastle che Martedì farà proprio visita all’AMEX Stadium.
Sarà l’anno buono per la cittadina della contea dell’East Sussex per la promozione in Premier League.
Reading sconfitto malamente e scalzato dal Leeds al quarto posto.

Un intenso turno di Championship finisce, ma i recuperi infrasettimanali non mancheranno di sorprese.

COPY CODE SNIPPET
About Niccolò Minutiello 92 Articoli
Studente universitario, vivo a Torino.Amante dello sport in generale, tifo per il Chelsea, ma coltivo una passione sfrenata per gli sport americani ed essendo follemente innamorato della città di Chicago banalmente tifo Blackhawks, Bears, Bulls e Cubs.Mi piace il tennis e la Pallacanestro Cantù.Cerco di dar seguito alle mie passioni senza smettere mai di sognare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.