Championship: Il derby del West Yorkshire premia l’Huddersfield Town, ma il finale di gara è da dimenticare

Un derby ad alta tensione fra Huddersfield Town e Leeds, con i due allenatori che vengono a contatto, rovinando uno spettacolo molto appassionante.

Domenica intensa in Championship, con un derby deciso negli ultimi minuti e il Brighton che soffre e si salva a tempo scaduto.
Lo spettacolo del Championship non si è risparmiato neanche in questa trentesima giornata, con i soliti interessantissimi spunti che ogni partita, ogni settimana, ci lascia.

Il turno si è aperto con il “friday night” fra Wigan e Sheffield Wednesday.Tra le fila degli Owls partiva titolare Jordan Rhodes, prelevato dal Middlesbrough nelle finestra di mercato e in cerca di continuità, dopo una prima parte di stagione giocata con il contagocce.
Il campo ha regalato al Wednesday una risicata, ma preziosa vittoria esterna, grazie alla fortunosa rete di Wallace, alla terza marcatura nelle ultime quattro giornate.Con i tre punti guadagnati al DW Stadium, la squadra di Carvahal si riprende il sesto posto, mentre il Wigan rimane inchiodato in penultima posizione e come tra poco vedremo, non è stata una giornata favorevole per i Latics.

I match del Sabato, infatti, hanno visto tutte le rivali del Wigan per la salvezza vincere.Lo ha fatto il Blackburn, battendo il QPR, che dopo la serie di vittorie consecutive, è tornato al ruolino solito di questa stagione, con 2 punti nelle ultime quattro partite.I Rovers soffrono nella prima frazione di gioco, ma da quando al QPR viene annullato giustamente una rete, la luce degli Hoops si spegne.Dopo vari tentativi, allo scoccare del novantesimo minuto, è Gallagher ad inserirsi in area coi tempi giusti e ad insaccare per la rete decisiva.Con questi tre punti il Blackburn rimane al terzultimo posto, ma non perde ulteriore terreno dalle rivali.
Porta a casa 3 punti anche il Burton, che vince di fronte al proprio pubblico contro il Wolverhampton, che indietreggia di parecchio dal punto di vista del gioco dopo gli exploit delle scorse settimane.Costa porta avanti i Wolves trasformando un rigore, ma sono poi i nuovi arrivati Kightly e Woodrow a garantire la sesta vittoria in casa su otto complessive ai Brewers, che dovranno contare parecchio sul fattore campo per centrare la salvezza.
Vince anche il Bristol City, battendo nel finale l’ormai spacciato Rotherham.Marcatore dell’unica rete dell’incontro è Milan Djuric, anche lui acquisto della sessione invernale.Dopo la respinta parziale del portiere ospite, il bosniaco ex Cesena si fionda sulla palla vagante e ovviamente di testa insacca, permettendo ai Robins di tornare a vincere all’Ashton Gate dopo due mesi.

Scorrendo verso l’alto la classifica, incontriamo il Nottingham Forest, che nel “tea time match” di Sabato pomeriggio ha battuto l’Aston Villa, agganciandola in classifica.I Villans schieravano tutti quanti gli acquisti del mercato di riparazione, compreso il fischiatissimo e fresco ex Henri Lansbury.Dopo il vantaggio di Kodjia, i Reds non mollano la presa e pareggiano con Assombalonga, abile a sfruttare la palla non trattenuta da Johnstone.Il secondo tempo vede l’Aston Villa farsi sotto con alcuni tentativi di Hogan, ma il Championship è anche questo; infatti, in pieno recupero, il 17enne ed esordiente attaccante Ben Brereton completa una girata in area di rigore regalando i tre punti al Forest.Per i Garibaldi Reds, sotto la guida ad interim di Gary Brazil, sono arrivati nove punti su dodici disponibili, con tre vittorie consecutive in casa.
L’altra faccia della medaglia vede Steve Bruce in seria difficoltà, con la sua squadra che ancora una volta ha sciupato il vantaggio, ma che non ha saputo gestire i momenti chiave (Jack Grealish è stato espulso a metà secondo tempo per un fallo veramente evitabile), e che ora si trova a -13 dal sesto posto.

Prima vittoria, dopo dieci tortuose giornate, per il Birmingham sotto la guida di Gianfranco Zola.Magic Box, finalmente, non getta al vento il solito primo tempo che lo vede dominare, anche se nella gara di ieri il Fulham ha saputo tenere testa ai Blues.La svolta della partita avviene al 68′ con Fredericks che viene espulso.Il gol della vittoria viene segnato 7 minuti dopo da Jutkiewicz, con un gol simile a quello di Gallagher nel match fra Blackburn e QPR.I tre punti muovono la classifica del Birmingham, ma soprattutto danno serenità a Zola, che resta a nove punti dalla zona playoff.

Finisce 0-0 il match fra Barnsley e Preston North End, un pareggio che lascia intatta la buona classifica di entrambe le squadre.

Passando ai piani alti, vince il Norwich, espugnando il Cardiff City Stadium e rifacendosi sotto prepotentemente per la post-season.Quattro vittorie nelle ultime cinque per i Canaries che per quest’anno hanno deciso di abolire il pareggio dalle loro possibilità di risultato.Jerome è il “man of the match”, con la nona rete in stagione.Norwich settimo a -3 dallo Sheffield Wednesday.

Pareggia faticosamente il Reading, venendo bloccato sul 2-2 dall’Ipswich Town, anche ieri totalmente dipendente da Tom Lawrence.Il gallese firma la doppietta che due volte porta avanti i Tractor Boys, che si fanno riprendere prima da Mutch e poi da una conclusione da fuori area di Obita.Si interrompe la striscia di tre vittorie consecutive per i Royals, mentre l’Ipswich raggiunge il gruppone che vede ben cinque squadre a 36 punti.

Raccoglie tre punti il Newcastle, che batte 1-0 il Derby County.Ritche regala a Benitez la ventesima vittoria in Championship e i tre punti firmati dallo scozzese valgono l’allungo sul terzo posto, ora distante 6 punti.I Rams perdono il sesto posto, ma rimangono in scia dello Sheffield Wednesday, inseguendolo con tre lunghezze in meno.

Passando alla Domenica, hanno aperto il programma domenicale Huddersfield e Leeds, che non solo si affrontavano per la supremazia nel West Yorkshire, ma anche per giocarsi il quarto posto solitario in classifica.La prima parte di gara premia i Terries, che vanno avanti con Izzy Brown, che subentrato a Palmer in una staffetta tutta marcata Chelsea, al primo pallone toccato insacca alle spalle di Green.
La risposta del Leeds non tarda ad arrivare, infatti, prima dello scadere del primo tempo, è la diciottesima rete di Chris Wood a ristabilire la parità.
Nella ripresa il match è molto equilibrato, con le squadre che non si risparmiano e cercano di vincere la partita. L’episodio chiave arriva al minuto 89, con Hefele che sporca una conclusione dal limite e anticipa Green.Il 2-1 finale scatena la gioia di Wagner, che non si trattiene e galoppa tutta la fascia per festeggiare con i suoi ragazzi.Al ritorno nell’area tecnica, il manager statunitense viene a contatto con il coach del Leeds Garry Monk; i due dopo qualche spintarella vengono divisi, ma è li che si scatena il parapiglia generale, con tutti i giocatori coinvolti.L’arbitro opta per non estrarre cartellini rossi, ma le multe e alcune squalifiche sicuramente non mancheranno.
La classifica, dopo questa vittoria, proietta l’Huddersfield al quarto posto solitario.

Il posticipo che chiudeva la trentesima giornata era quello tra Brentford e Brighton.La partita è elettrica sin dall’inizio, con le Bees che partono spedite e pungono due volte nel giro di sette minuti, prima con Jota e poi con Dean, lasciato libero di colpire di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo.Il Brighton prova la reazione reclamando un rigore.Nella ripresa il Brentford sciupa l’occasione del 3-0 con Vibe che fallisce il rigore decisivo, con Stockdale che salva il risultato.Questo episodio è la scossa che smuove i Seagulls, che in tre minuti, tra il 75′ e il 78′, riequilibrano la gara, prima con una conclusione da fuori area di March e poi con l’incornata di Duffy.
Le emozione a Griffin Park non sono finite.Al 92′, infatti, Kerschbaumer indovina l’angolo giusto e batte Stockdale, portando il Brentford sul 3-2.Sembra vicina la terza sconfitta nelle ultime tre gare disputate per il Brighton, ma al 97′, nel disperato tentativo di gettare la palla in area di rigore, ecco che spunta Hemed che insacca e regala quantomeno un punto alla propria squadra.
Questo pareggio tranquillizza la già discretamente tranquilla classifica del Brentford, mentre per il Brighton il pareggio vale a dire -1 dal Newcastle e +5 sul Reading terzo.

About Niccolò Minutiello 92 Articoli
Studente universitario, vivo a Torino.Amante dello sport in generale, tifo per il Chelsea, ma coltivo una passione sfrenata per gli sport americani ed essendo follemente innamorato della città di Chicago banalmente tifo Blackhawks, Bears, Bulls e Cubs.Mi piace il tennis e la Pallacanestro Cantù.Cerco di dar seguito alle mie passioni senza smettere mai di sognare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.