Championship: Il Forest piega il Newcastle, il Leeds vola

Il diciannovesimo, lunghissimo, turno di Championship riserva come sempre grandi sorprese; il Newcastle cade di nuovo contro il Forest in un match pirotecnico, il Reading perde 5-0 contro il Fulham e il Leeds non smette di sognare.

Turno lunghissimo quello di Championship, che ha visto un doppio anticipo, con un match disputato addirittura Giovedì sera.
Tra le varie sorprese, il risultato più sorprendente di questo diciannovesimo turno è sicuramente il rotondo 5-0 con il quale il Fulham ha battuto il Reading, reduce da un filotto di cinque vittorie consecutive.

Championship che si è aperta Giovedì sera con un delicato (soprattutto per i Wolves) match fra QPR e Wolverhampton per l’appunto.Arancioni sin dalle prime battute sugli scudi e con più voglia di vincere, approfittano dell’ingenuità di Perch che prima della ripresa si fa espellere.Riescono così a sbloccare il match con un gol di Edwards, subito seguito da un vera e propria perla di Helder Costa, che si esibisce in una serpentina degna dei migliori funamboli e insacca.A nulla serve la rete nel finale di Lynch.
La compattezza della classifica permette ai Wolves di allontanarsi leggermente dalla zona retrocessione, andando ad inguaiare anche il QPR, ora solo 4 punti sopra il terz’ultimo posto.

Helder Costa e compagni celebrano il gol vittoria.
Helder Costa e compagni celebrano il gol vittoria.

Anticipo del Venerdì fra Nottingham Forest e Newcastle, con un primo tempo che neanche i migliori sceneggiatori avrebbero potuto inventare.
Una sciocchezza di Shelvey lascia in dieci i magpies, che riescono, grazie a Darlow, a mantenere la rete inviolata, con l’estremo difensore che neutralizza il rigore calciato da Nicklas Bendtner.Poco prima del recupero, sempre del primo tempo, Ritchie raccoglie una palla a metà area e insacca, portando a sorpresa in vantaggio il Newcastle.
Ma l’intervallo è ancora distante, tanto che durante il secondo dei due minuti di recupero, Dummett atterra Lansbury in area di rigore, costringendo l’arbitro a mostrare il secondo rosso della serata.Dal dischetto si presenta lo stesso Lansbury che non migliora il precedente tentativo di Bendtner, facendosi nuovamente parare il rigore dall’eroico Darlow.
Il secondo tempo continua a riservare sorprese, con il Newcastle che regge quanto possibile la doppia inferiorità numerica.
Arriva così il pareggio, dopo una mischia, di Bendtner, seguito, a quattro minuti dal termine, dal raddoppio, sempre in mischia e sempre in maniera rocambolesca, con Lascelles sfortunato protagonista dell’autorete decisiva.
Forest che raggiunge la terza vittoria consecutiva, mentre il Newcastle crolla per la seconda volta negli ultimi due turni, vanificando i tentativi di fuga delle settimane precedenti.

Le partite del Sabato hanno riservato parecchie sorprese, come il pareggio a reti bianche (l’unico di giornata) fra Cardiff e Brighton, coi seagulls che sciupano l’occasione di balzare in testa alla classifica.
Il secondo pareggio di giornata è quello scaturito fra Blackburn e Huddersfield, con i terriers subito in vantaggio con il giovane in prestito dal Chelsea Kasey Palmer, poi raggiunti da un rigore trasformato da Danny Graham.L’Huddersfield dopo un inizio sprint, si ritrova in odore di playoff, ma fuori dal sesto posto.

Come precedentemente accennato, fa scalpore il sonoro 5-0 subìto dal Reading a Craven Cottage contro il Fulham, finalmente prolifico anche in casa, dopo una partenza preoccupante.
La squadra di Stam non esce dagli spogliatoi, va subito sotto nel punteggio e sul risultato di 2-0 Williams decide di farsi espellere, ponendo fine ad ogni possibilità di rimonta.
La sconfitta inietta fiducia tra i cottagers, lasciando il Reading al terzo posto.

E’ altresì fragoroso il tonfo casalingo del Birmingham, che al St. Andrew’s è caduto 0-3 contro il Barnsley.La squadra di Rowett spreca numerose occasioni, ma una volta subìta la prima rete, non riesce a risollevarsi, crollando definitavamente nel finale, nel quale sale in cattedra Sam Winnall, autore di una doppietta, che si issa a ben 7 reti in campionato.

Vince e si prende l’ultimo posto valido per la post-season lo Sheffield Wednesday, che ad Hillsborough supera il Preston North End, in un match molto combattuto.La vittoria, la seconda consecutiva, permette ai ragazzi di Carvahal di riguadagnarsi un posto importante nello scacchiere della promozione, rallentando la corsa del Preston che sembra mancare di continuità.

Dopo un incubo durato più di un mese, il Norwich torna a vincere, schiantando 5-0 il Brentford, ultimamente la peggiore squadra del campionato insieme allo spacciato Rotherham.
I canaries dominano in lungo e in largo, ritornando così a dare segnali di vita e a sentenziare che per la promozione ci sono anche loro.
Male, malissimo il Brentford che perde la quarta partita in fila e crolla sempre più a picco verso la zona retrocessione.

Non si ferma più il Derby County, completamente cambiato e rivitalizzato dalla cura Steve McClaren.I rams raggiungono la quinta vittoria in fila, vincendo al DW Stadium contro il Wigan, che avrebbe meritato maggior fortuna.
La quinta vittoria consecutiva porta il Derby a sole due lunghezze dal sesto posto, pur restando la penultima squadra in quanto a gol realizzati, ma la prima in quanto a reti subìte, appena 13.
Latics in difficoltà, dopo aver espugnato Huddersfield, non riescono a dare seguito ai propri risultati, restando al penultimo posto.

Un rigore sospetto di Tomlin e una perla di Freeman, riportano il sorriso ad Ashton Gate, con il Bristol City che ritrova la vittoria dopo aver raccolto un solo punto nelle ultime cinque partite. A farne le spese è il solito altalenante Ipswich, inaffidabile e capace di fare e disfare in qualsiasi momento contro qualsiasi avversario.

In coda, il Burton supera il Rotherham 2-1 in un intenso match al Pirelli Stadium, con i brewers che portano il Rotherham a -13 dalla salvezza e riottengono i tre punti dopo quattro partite senza successi.

Ha chiuso la giornata un “tea time match” d’annata, con Elland Road come teatro e Leeds ed Aston Villa come protagonisti.
Entrambe le squadre arrivavano al match con umori diversi, ma entrambi alti, con i whites nuovamente competitivi e i villans pronti a risalire la china, vantando ancora l’imbattibilità sotto la guida di Steve Bruce.
Il match è molto intenso, con il Leeds leggermente più spregiudicato e l’Aston Villa mortifero nelle ripartenze.
Intorno alla metà della ripresa arriva la svolta, con Roofe che in area di rigore insacca alle spalle di Gollini e porta avanti il Leeds.Una volta respinte le sfuriate dei villans, Chris Wood poco prima del fischio finale porta avanti di due reti la propria squadra, mandando in visibilio il pubblico di Elland Road, rinvigorito dal quarto posto attualmente occupato dalla propria squadra.

La classifica di Championship. Il Leeds irrompe prepotentemente in zona promozione.
La classifica di Championship:Il Leeds irrompe prepotentemente in zona promozione.

 

Tutti i risultati del diciannovesimo turno di Championship
Tutti i risultati del diciannovesimo turno di Championship
COPY CODE SNIPPET
About Niccolò Minutiello 92 Articoli
Studente universitario, vivo a Torino.Amante dello sport in generale, tifo per il Chelsea, ma coltivo una passione sfrenata per gli sport americani ed essendo follemente innamorato della città di Chicago banalmente tifo Blackhawks, Bears, Bulls e Cubs.Mi piace il tennis e la Pallacanestro Cantù.Cerco di dar seguito alle mie passioni senza smettere mai di sognare.

1 Commento su Championship: Il Forest piega il Newcastle, il Leeds vola

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.